Martedì, 19 Ottobre 2021
Mondo Francia

Eleonore, la prima candidata con la sindrome di Down nella storia della Francia

Trentaquattro anni, attivista per i diritti delle persone con disabilità, Eleonore Laloux fa parte della lista centrista che appoggia il sindaco uscente alle prossime elezioni comunali ad Arras, nella Francia del Nord

Tra i candidati alle prossime elezioni comunali ad Arras in Francia c'è anche Eleonore Laloux, 34enne affetta da trisomia 21. Fortemente voluta in lista dal sindaco uscente Frederic Luterque, Laloux è la prima candidata con la sindrome di Down nella storia della Francia.

"Vorrei che Arras cambiasse, che ci fossero dei miglioramenti soprattutto per quanto riguarda la pulizia e il rispetto generale, ma anche dal punto di vista dell'accessibilità", ha detto la giovane candidata in corsa per un posto da consigliere comunale e attivista per i diritti delle persone disabili all'agenzia France Press.

Nata il 26 agosto 1985 ad Arras, a causa di un difetto cardiaco i medici avevano predetto ai suoi genitori che non sarebbe vissuta più di due o tre settimane. Nonostante un'infanzia costellata di problemi sanitari, compresa un'operazione a cuore aperto ad appena due anni e successivi interventi anche negli anni successivi, Laloux è riuscita a completare il suo percorso scolastico, proseguendo anche dopo la scuola con alcuni corsi professionalizzanti. Dopo aver iniziato presto un percorso che l'ha portata all'indipendenza e vivere fuori casa dei genitori, Laloux ha lavorato anche per 14 anni come segretaria amministrativa in un ospedale privato e ha collaborato con diverse associazioni che si occupano di aiutare le persone con disabilità.

Eleonore Laloux, attivista con la sindrome di Down

Laloux ha scritto un libro in collaborazione con il giornalista Yann Barte, pubblicato nel marzo 2014 con il titolo Triso et là! ("Ho la sindrome di Down, e allora?"), nel quale ha raccontato le difficoltà che ha dovuto affrontare nel corso degli anni. "Abbiamo sempre voluto che Eleonore, che era nata diversa dagli altri, fosse in grado di vivere come chiunque altro", ha detto suo padre Emmanuel. "Se guardi le persone attraverso il prisma delle loro disabilità allora queste si comporteranno come persone disabili. Ma se guardi alle loro abilità, allora questo le farà crescere".

Laloux fa parte della formazione centrista Arras pour Vous capeggiata dal sindaco Frederic Leturque, che ha lodato "il suo coraggio e la sua capacità di prospettiva". "Sarà un arricchimento per tutti. Se eletta sarà una consigliera straordinaria, ma sarà comunque una consigliera a pieno titolo", ha detto Leturque, ricordando che Laloux sarà affiancata dall'esperta Sylvie Noclercq, consigliere comunale con delega alle relazioni intergenerazionali, all'innovazione sociale, alla salute e alla disabilità.

"Non sono né di destra né di sinistra, sono di centro", ha detto Laloux all'AFP. "Il sindaco si fida di me perché sa che sono una giovane donna determinata che ama la vita. So cosa voglio, ho un temperamento un po' pazzo ma sono felice che Frederic mi accetti per come sono", ha spiegato. "Se dovessi vedere Emmanuel Macron, gli direi: 'Ho qualcosa da dirti. Vorrei potessimo parlare di più delle persone con disabilità e soprattutto della loro inclusione'".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eleonore, la prima candidata con la sindrome di Down nella storia della Francia

Today è in caricamento