Martedì, 23 Luglio 2024
La scoperta / Regno Unito

Entrano in casa per controllare il gas e trovano l'inquilino morto da 6 anni

Nessuno dei vicini si era accorto di nulla e neanche il proprietario di casa che continuava a ricevere il pagamento dell'affitto tramite i sussidi sociali. L'uomo aveva 70 anni al momento del decesso

Il cadavere di un uomo è rimasto nel suo appartamento senza che nessuno si accorgesse della sua scomparsa per sei anni. I resti "scheletrici" del corpo ormai decomposto sono stati trovati solo dopo che i funzionari dell'edilizia residenziale di Bolton, in Inghilterra, hanno forzato l'ingresso per effettuare un controllo sulla sicurezza del gas, secondo quanto emerso da un'inchiesta. Si ritiene che Robert Alton sia morto nel 2017 all'età di 70 anni, ma la sua morte è passata inosservata sia al suo padrone di casa, che ha continuato a ricevere automaticamente il suo affitto attraverso il sussidio per l'alloggio, sia alla sua amministrazione locale, che non lo ha contattato nonostante i crescenti arretrati delle tasse comunali.

"Così sono scappata a Belgrado, la capitale dei russi anti-Putin"

Come racconta il Guardia i funzionari che hanno trovato il corpo di Alton quando sono entrati nell'appartamento, lo scorso marzo, hanno anche scoperto una pila alta mezzo metro di posta non aperta, cibo con date di scadenza del 2017 e un paio di occhiali da lettura posizionati su una guida Tv del 4 maggio 2017. I padroni di casa, Bolton at Home, si sono scusati, ammettendo di aver perso l'occasione di accorgersi che qualcosa non andava, mentre il consiglio comunale di Bolton ha dichiarato che terrà un'indagine interna per capire se e come non si sia accorto di nulla. Un'indagine della polizia ha concluso che non c'erano circostanze sospette, mentre un'inchiesta tenutasi questa settimana ha stabilito che non è stato possibile determinare la causa della morte.

È probabile che il caso riapra il dibattito su come le persone possano morire in casa e scomparire dai radar senza che i vicini, i familiari e gli amici o le agenzie pubbliche si accorgano per lunghi periodi della loro scomparsa. Tra i casi recenti di alto profilo vi è quello di Sheila Seleoane, morta nel 2019 all'età di 61 anni, ma il cui corpo è stato scoperto solo nel febbraio 2022, nonostante le ripetute lamentele dei vicini per l'odore proveniente dal suo appartamento di Peckham, a sud di Londra. Il corpo di Laura Winham è stato trovato nel suo appartamento nel Surrey nel maggio 2021, più di tre anni dopo la sua morte. Winham, 38 anni, gravemente malata di mente, aveva tagliato i ponti con la famiglia, che ha accusato il servizio sanitario nazionale e le agenzie di assistenza sociale locali di averla di fatto abbandonata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Entrano in casa per controllare il gas e trovano l'inquilino morto da 6 anni
Today è in caricamento