rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
BRASILE / Brasile

La città che combatte contro l'epidemia di febbre dengue

Circa 600 persone al giorno dall'inizio del 2013 si presentano negli ospedali di Campo Grande, capitale del Mato Grosso do Sul, con i sintomi della dengue

Campo Grande è la capitale dello stato brasiliano del Mato Grosso do Sul: più di 700mila abitanti, che devono fare i conti con una minaccia molto concreta.

Le autorità sanitarie stanno provando in tutti i modi a combattere un'epidemia di febbre dengue. Circa 600 persone al giorno dall'inizio del 2013 si presentano negli ospedali con i sintomi della dengue.

La dengue è una malattia infettiva tropicale causata dal virus Dengue. Si presenta con febbre, cefalea, dolore muscolare e articolare, oltre al caratteristico rash simile a quello del morbillo. In una piccola percentuale dei casi si sviluppa una febbre emorragica che può essere letale.

Le pesanti piogge hanno aumentato il rischio che la zanzara che trasmette la malattia si riproduca. Centinaia di uomini sono stati assunti per pulire le strade dall'acqua stantia, dove si riproducono le zanzare.  Da oggi in tutta la regione è proclamato lo stato di emergenza: due persone sono già morte in questa epidemia di dengue, e il bilancio potrebbe aggravarsi a breve.

Oltre a Campo Grande, la città di Vitoria nello stato di Espiritu Santo ha visto aumentare il numero di casi di dengue: più di 1.500 in un solo mese. Il ministro della sanità brasiliano ha sollecitato le autorità locali a rafforzare i programmi di prevenzione. La prima misura che la popolazione deve attuare è coprire tutte le cisterne e i contenitori di acqua piovana.

L'epidemia di dengue ha già valicato i confini del Brasile. In Paraguay, oltre il confine del Mato Grosso do Sul, otto persone sono morte per la dengue e sono stati registrati più di 8.500 casi. Fonte: BBC

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La città che combatte contro l'epidemia di febbre dengue

Today è in caricamento