rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Genocidio / Germania

Fece morire di sete una bambina di 5 anni, soldato dell'Isis condannato all'ergastolo

L'uomo aveva comprato come schiave la piccola e sua madre. Entrambe erano state punite dopo che la bambina aveva bagnato il suo materasso. È la prima volta che un membro dell'Isis viene condannato per genocidio contro la minoranza yazida

Era accusato, tra le altre cose, di aver fatto morire di sete una bambina yazida di cinque anni, incatenata a una finestra per punizione. Un membro iracheno dell'Isis è stato condannato all'ergastolo in un processo a Francoforte. Si tratta del primo caso al mondo di condanna del cosiddetto Stato islamico per genocidio contro gli yazidi, la minoranza di lingua curda a lungo perseguitata dall'Isis dopo l'invasione degli jihadisti nel 2014 del territorio nordoccidentale del Sinjar, in Iraq. Si ritiene che l'Isis abbia ucciso più di 3mila yazidi e che siano oltre 6mila quelli rapiti e finiti in schiavitù.

Taha al-Jumailly, questo il nome del condannato, era stato arrestato in Grecia nel 2019 ed estradato poi in Germania, uno dei pochi paesi ad aver aperto procedimenti giudiziari nei confronti dell'Isis per crimini contro la minoranza yazida. Si ritiene abbia ricoperto ruoli di spicco a Raqqa, la capitale dell'autoproclamato Stato islamico in Siria, e in Iraq. Il tribunale di Francoforte lo ha ritenuto colpevole di genocidio, crimini contro l’umanità, crimini di guerra e traffico di essere umani. Alla lettura della sentenza al-Jumailly è svenuto, scrive la Bbc.

Secondo l'accusa, al-Jumailly aveva comprato come schiave la bambina e sua madre nel 2015. Entrambe erano state punite dopo che la piccola aveva bagnato il suo materasso. La madre ha subito gravi ustioni per essere stata costretta a rimanere fuori al sole con una temperatura di 50 °C, mentre la bambina è stata incatenata a una finestra e lasciata morire di sete. La moglie di al-Jumailly, una donna tedesca di nome Jennifer Wenisch, è stata condannata il mese scorso a 10 anni di carcere per non aver fatto niente per salvare la bambina. Tra il pool di avvocati che aveva seguito la madre della bambina uccisa c'è anche Amal Clooney.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fece morire di sete una bambina di 5 anni, soldato dell'Isis condannato all'ergastolo

Today è in caricamento