rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
USA / Stati Uniti d'America

Un'esecuzione capitale al mese: benvenuti nel Missouri

Il condannato, un sessantenne riconosciuto colpevole dell'omicidio e dello stupro di un'adolescente, ucciso con un'iniezione endovenosa di Pentobarbital

Un sessantenne americano è stato giustiziato questa notte nel Missouri per lo strupro e l'omicidio di un'adolescente, la quinta esecuzione in cinque mesi nello stato del Midwest, effettuata con un prodotto controverso. Lo hanno annunciato le autorità penitenziarie.

Jeffrey Ferguson, 59 anni, è stato dichiarato deceduto alle 00.11 locali (le 6.11 italiane) in seguito a un'iniezione endovenosa di Pentobarbital: lo ha annunciato Mike O'Connell, portavoce dei penitenziari del Missouri.

Era stato condannato a morte per il sequestro, lo stupro e l'omicidio di una 17enne nella periferia di Saint-Louis, nel 1989. Il corpo della ragazza fu ritrovato tredici giorni dopo il suo sequestro nella stazione di servizio dove lavorava. Un complice si era dichiarato colpevole ed era stato condannato all'ergastolo con possibilità di liberazione.

Nei suoi ultimi appelli, fino alla Corte suprema, il condannato aveva sostenuto che l'anestetico con cui doveva essere ucciso venisse preparato da un laboratorio farmaceutico non riconosciuto a livello federale, di cui le autorità del Missouri si rifiutavano di rivelare il nome. Sosteneva che l'iniezione di pentobarbital potesse provocargli sofferenze anticostituzionali.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un'esecuzione capitale al mese: benvenuti nel Missouri

Today è in caricamento