rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Morte tre persone / Russia

Esplosione nel principale gasdotto russo che rifornisce l'Ue, che succede alle forniture

L'impianto che dalla Siberia raggiunge l'Italia attraverso Tarvisio è diventato il principale canale dei flussi di idrocarburi dalla chiusura del Nord Stream ad agosto

Un'esplosione ha squarciato una delle condutture del gasdotto russo Urengoy-Pomary-Uzhhorod, che dalla Siberia nordoccidentale attraversa l'Ucraina per arrivare in Europa fino all'Italia, precisamente attraverso Tarvisio. Lo scoppio, avvenuto in Russia vicino al villaggio di Yambakhtino, è stato attribuito a una fuga di gas mentre erano in corso dei lavori di manutenzione. Tre persone sono morte nell'esplosione e una è rimasta ferita, secondo quanto riferito a Ria Novosti dal capo dell'insediamento rurale di Yambakhtino, che ha spiegato che tutti loro stavano lavorando all'impianto.

Gli aggiornamenti in diretta dalla guerra in Ucraina

Il ministero delle Emergenze della regione di Chuvashia ha dichiarato che il gasdotto è esploso durante i lavori di manutenzione programmati vicino al villaggio di Kalinino, a circa 150 chilometri a ovest della città volgara di Kazan. Le fiamme scaturite dallo scoppio sono state spente. "È stato accertato che l'esplosione si è verificata durante i lavori di riparazione programmati sulla sezione del principale gasdotto sotterraneo Urengoy-Pomary-Uzhgorod con un diametro di 1420 mm", ha dichiarato il ministero in una nota. La riparazione della sezione danneggiata del gasdotto potrebbe richiedere circa tre giorni ma non dovrebbero esserci problemi per il proseguimento dei flussi. "La sezione danneggiata del gasdotto è stata prontamente localizzata. Il gas viene trasportato interamente ai consumatori attraverso gasdotti paralleli", ha dichiarato Gazprom Transgaz Nizhny Novgorod in un comunicato.

L'Italia ha ripreso a importare gas dalla Russia

Il gasdotto, che porta il gas in Europa dall'Artico russo, è stato costruito negli anni Ottanta. Entra in Ucraina attraverso il punto di misurazione di Sudzha, attualmente è il principale percorso del gas russo per raggiungere l'Europa, da quando i rubinetti del Nord Stream sono stati chiusi ad agosto. Gazprom aveva dichiarato che si aspettava di pompare 43 milioni di metri cubi di gas verso l'Europa attraverso l'Ucraina attraverso Sudzha nelle prossime 24 ore, un volume in linea con gli ultimi giorni.

Dopo la notizia dell'esplosione I future Ttf di Amsterdam, che in mattinata erano arrivati a sfiorare i 100 euro al megawattora (-7,7%), si sono impennati brevemente del 6,6%, a quota 115 euro, per poi ridimensionare i rialzi all'1,3%, a 110 euro.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esplosione nel principale gasdotto russo che rifornisce l'Ue, che succede alle forniture

Today è in caricamento