rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Argentina-INGHILTERRA / Argentina

Falkland, Cameron avverte l'Argentina: "Pronti alla guerra"

Londra si dice pronta a difendere le Falkland anche con le armi. Cristina Kirchner aveva accusato gli inglesi di esercitare sulle terre contese "un colonialismo da diciannovesimo secolo"

L'Argentina rivendica le isole Falkland (Malvinas per i sudamericani) con una lettera aperta della presidente Cristina Kirchner al premier David Cameron, pubblicata su vari organi di stampa inglesi e inviata in copia anche al segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon. E la risposta dell'Inghilterra è dura, molto più dura di quanto si aspettassero a Buenos Aires.

Londra si dice pronta a difendere le Falkland anche con le armi. Cristina Kirchner aveva accusato gli inglesi di esercitare sulle terre contese "un colonialismo da diciannovesimo secolo". In un'intervista alla Bbc, il primo ministro inglese David Cameron ha affermato che il Regno Unito dispone di "forti armi di difesa" sul territorio ed è "assolutamente chiaro" che è pronto a usarle in caso di confronto militare. "Abbiamo diversi caccia e unità militari nelle Falklands", ha precisato Cameron. A marzo la querelle potrebbe essere già terminata. Gli abitanti delle isole, tremila persone in tutto, esprimeranno in un referendum il desiderio di restare o meno nella Gran Bretagna.

Subito dopo la pubblicazione della lettera della Kirchner,  Cameron aveva già risposto con fermezza: "Gli abitanti delle Falkland hanno manifestato chiaramente il desiderio di rimanere britannici" e la Gran Bretagna è ben determinata a "proteggere il loro volere e i loro interessi".

Tutte le previsioni sull’esito del referendum fanno pensare che le Falkland rimarranno britanniche. Di "mezzi militari" Cameron ha parlato però a sorpresa, sottolineando che Londra dispone ancora di uno dei più consistenti budget per la difesa al mondo.

La guerra di trent’anni fa ha lasciato un segno profondo in entrambi i paesi. Il conflitto - 73 giorni e circa mille morti - popola incubi su entrambe le sponde dell’Atlantico. Gli ultimi documenti desecretati dagli archivi britannici rivelano inediti retroscena di quella drammatica primavera del 1982. L’allora primo ministro Margaret Thatcher fu colta di sorpresa dall’invasione argentina delle isole e in un primo momento fu anche tentata di patteggiare una soluzione. Le cose poi andarono diversamente e iniziò un duro conflitto. Guerra che trent'anni dopo si combatte (e con ogni probabilità si combatterà) solo sulla carta stampata.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Falkland, Cameron avverte l'Argentina: "Pronti alla guerra"

Today è in caricamento