rotate-mobile
Domenica, 2 Ottobre 2022
COLOMBIA / Colombia

Farc annunciano cessate il fuoco unilaterale

La guerriglia colombiana annuncia di voler deporre le armi per due mesi in concomitanza con apertura processo di pace

La guerriglia colombiana delle Farc ha annunciato oggi un cessate-il-fuoco unilaterale di due mesi in occasione dell'avvio a l'Avana del dialogo di pace con il governo colombiano che punta a porre fine a circa mezzo secolo di conflitto armato.

"Il segretariato delle Farc ordina la fine delle operazioni militari offensive contro la forza pubblica", ha affermato Ivan Marquez, capo della delegazione delle Forze armate rivoluzionarie di Colombia (Farc), al suo arrivo al Palazzo delle convenzioni della capitale cubana alle 09H45 (14H45 GMT), qualche minuto dopo i rappresentanti del governo di Bogotà che non hanno fatto nessuna dichiarazione.

"Il cessate-il-fuoco sarà in vigore dalla mezzanotte del 20 novembre fino al 20 gennaio", ha precisato Ivan Marquez.

Lanciato ufficialmente il 18 ottobre in Norvegia - Paese garante del processo con Cuba - il dialogo fra la guerriglia e il governo comprende un ordine del giorno in cinque capitoli: sviluppo rurale, partecipazione delle Farc alla vita politica, fine delle ostilità, lotta contro il traffico di cocaina, di cui la Colombia è il primo produttore mondiale e diritti delle vittime.

Capo della delegazione governativa, l'ex vice presidente colombiano, Humberto de la Calle, ha assicurato prima della sua partenza da Bogotà che questo primo round di trattative "durerà in linea di principio 10 giorni al termine dei quali si fisserà la data del round successivo". "Ad ogni modo, sarà un processo rapido ed efficace. Un processo in mesi, non in anni", ha aggiunto. La fase dei negoziati che si apre oggi a Cuba "deve concludersi con un accordo definitivo sul conflitto", secondo gli impegni preliminari presi dalle due parti, ha dichiarato alla stampa".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Farc annunciano cessate il fuoco unilaterale

Today è in caricamento