Sabato, 25 Settembre 2021
FRANCIA / Francia

Francia, irruzione della polizia in casa Sarkozy

Le forze dell'ordine hanno perquisito l'abitazione dell'ex presidente, sospettato di aver ricevuto fondi illeciti per la sua campagna elettorale del 2007

Nicolas Sarkozy non ha fatto in tempo a lasciare l'Eliseo, che la polizia ha fatto irruzione in quell'appartamento del XVI arrondissement parigino dove ormai vive con la moglie Carla Bruni e la figlia Giulia. Le forze dell'ordine, accompagnate dal giudice Michel Gentil, hanno setacciato anche il suo ex ufficio in rue de Miromesnil e il suo studio legale.

L'ex capo di Stato è infatti sospettato di aver ricevuto dei finanziamenti illeciti per la sua campagna elettorale del 2007, quando riuscì a battere l'allora candidata socialista Segolene Royal, ex compagna dell'attuale presidente François Hollande. 

Le indagini hanno avuto luogo nel corso di quello che ormai è chiamato “l'affare Bettencourt”. La  guerra che si è scatenata tra l'ereditiera dei beni della L'Oréal e la figlia, ha infatti preso una strana piega dopo la dichiarazione dell'ex contabile della famiglia, Claire Thibout, che aveva ammesso di essere stata sollecitata a sbloccare dei fondi a favore della campagna presidenziale di Sarkozy, come ricorda Le Figaro.

Quando alcuni testimoni lo avevano accusato di aver fatto visita alla miliardaria in ben tre occasioni, il capo di Stato si era trincerato dietro la sua immunità, terminata il 16 giugno. E proprio un giorno prima della perdita di questo privilegio, riferisce Liberation, Sarkozy aveva consegnato ai magistrati una copia della sua agenda del 2007, per dimostrare che non c'erano stati appuntamenti segreti con Liliane Bettencourt.  

Sarkozy si trova al momento in vacanza in Canada con la famiglia, ma a prendere le sue difese ci ha pensato l'avvocato Thierry Herzog. “Queste perquisizioni, che arrivano dopo che due settimane fa i magistrati hanno ottenuto tutti gli elementi necessari, si riveleranno atti inutili” ha dichiarato il legale.

Proprio l'agenda dell'ex presidente dovrebbe dimostrare che non ci sono stati incontri segreti con la signora Bettencourt, in quanto “tutti gli spostamenti effettuati dal sig. Nicolas Sarkozy nell'arco del 2007 sono avvenuti sotto il controllo dei funzionari di polizia che avevano il compito di proteggerlo”, ha spiegato Herzog, come riporta il quotidiano Le Monde. Stando a quando detto dall'avvocato, Sarkozy si sarebbe recato dalla Bettencourt solo in una occasione, il 24 febbraio del 2007.  

Per la Francia non è a prima volta che un ex presidente viene portato di fronte ai giudici. Lo stesso Jacques Chirac, predecessore di Sarkozy, era stato condannato nel 2009 a due anni con la condizionale perchè coinvolto nella vicenda di alcuni impieghi fantasma nel Comune di Parigi. Quello della Bettencourt potrebbe però non essere il solo caso a creare dei grattacapi all'ex capo di Stato, accusato di essere coinvolto nell'affare Karachi. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Francia, irruzione della polizia in casa Sarkozy

Today è in caricamento