rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Francia / Francia

Francia, a processo attivisti di Greenpeace: ci sono anche 7 italiani

Gli imputati sono in tutto 55: avevano fatto irruzione a marzo nella centrale nucleare di Fessenheim

Ci sono anche sette italiani tra gli attivisti di Greenpeace da oggi a processo a Colmar, nell'est della Francia, per l'irruzione a marzo nella centrale nucleare di Fessenheim.

Gli imputati sono in tutto 55: oltre ai nostri connazionali, ci sono tra gli altri ventuno tedeschi, tre austriaci, tre ungheresi, due francesi. Tra le persone denunciate, sei che provengono da Paesi che non fanno parte dell'area Schengen - quattro turchi, un australiano, un israeliano - sono ancora destinatarie di un'interdizione di soggiorno in Francia: gli altri stranieri hanno deciso di non presentarsi in solidarietà con loro.

Il 18 marzo, arrivati su un camion al mattino presto e armati di scale, i militanti erano riusciti nella loro operazione sorpresa. La maggior parte di loro era stata rapidamente arrestata, ma alcuni erano riusciti a salire sulla cima della cupola di un reattore, prima di essere cacciati dalle forze dell'ordine.

Greenpeace aveva scelto Fessenheim come simbolo, per denunciare i problemi di sicurezza che crea l'invecchiamento degli impianti nucleari in Europa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Francia, a processo attivisti di Greenpeace: ci sono anche 7 italiani

Today è in caricamento