Venerdì, 18 Giugno 2021
Quasi guerra / Israele

"Israele ha invaso Gaza, anzi non è vero": la gaffe dell'esercito sull'operazione di terra nella Striscia

Ore concitate. E' guerra. Anzi, quasi. Non ci sono truppe di terra nella Striscia. I venti di guerra sono in ogni caso più reali che mai. Domenica riunione Consiglio di sicurezza Onu. Netanyahu: "Avanti fino a quando sarà necessario". Il bilancio delle vittime palestinesi supera quota 100: un'intera famiglia, 4 bimbi e la madre incinta, morta sotto le bombe

Fumo e fiamme si alzano dopo un attacco aereo israeliano nella striscia settentrionale di Gaza, il 14 maggio 2021. Foto ANSA EPA / HAITHAM IMAD

E' guerra. Anzi, quasi guerra. Il portavoce militare israeliano Jonathan Conricus ha fatto sapere - contrariamente a quello che era stato comunicato in un primo momento - che "attualmente non ci sono truppe di terra all'interno della Striscia di Gaza". "L'aviazione e le truppe di terra stanno attualmente conducendo attacchi su obiettivi nella Striscia", ha aggiunto Conricus, adducendo "un problema di comunicazione interno".

Il bilancio delle vittime palestinesi supera quota 100. Domenica riunione del Consiglio di sicurezza Onu. La diplomazia, intanto, fatica a far sentire la sua voce. Washington appare in una posizione di imbarazzo, stretta fra l'appoggio all'alleato israeliano e la necessità di mantenere una posizione equilibrata per evitare l'isolamento.

La gaffe dell'esercito israeliano sull'invasione di Gaza

Il quotidiano Times of Israel cerca di delineare la genesi della clamorosa gaffe dell'esercito israeliano, che la scorsa notte attraverso un suo portavoce ha prima annunciato l'avvio delle operazioni di terra a Gaza e dopo un paio d'ore ha precisato che invece le truppe non erano in realtà mai entrate nella Striscia. Sarebbe stato solo "un problema interno di comunicazione". "Le forze di difesa israeliane - scrive il giornale sul suo sito web - sembrano aver indotto erroneamente i media stranieri a credere che l'esercito avesse lanciato un'invasione di terra nella Striscia" durante il suo massiccio bombardamento del nord di Gaza.

Che cosa è successo? In pratica nella sua dichiarazione iniziale in lingua inglese, l'esercito ha espresso in modo ambiguo dove si trovavano le sue forze di terra durante l'attacco, dicendo che 'le truppe aeree e di terra dell'IDF stanno attualmente attaccando nella Striscia di Gaza'. Quando è stato chiesto di chiarire la questione, ovvero se ci fosse stata un'invasione di terra, il portavoce dell'IDF Jonathan Conricus ha risposto: 'Sì. Come è scritto nella dichiarazione. In effetti, le forze di terra stanno attaccando a Gaza. Questo vuol dire che sono nella Striscia'". Non era così.

Conricus avrebbe detto lo stesso anche al corrispondente dell'agenzia ANSA a Tel Aviv, che lo aveva contattato per avere conferma da fonte diretta dell'avvio dell'intervento di terra. Ma, continua Times of Israel, sebbene dire che l'esercito era dentro Gaza "fosse tecnicamente corretto", è stato evidentemente fuorviante: "Alcune truppe dell'IDF erano effettivamente posizionate in un'enclave tecnicamente all'interno del territorio di Gaza, ma a tutti gli effetti sotto il controllo israeliano. Per questo la loro presenza lì non poteva rappresentare un'invasione di terra". "Tutto ciò - conclude il Times of Israel - ha portato alla diffusione di notizie false in tutto il mondo, incluso da parte del New York Times e del Washington Post, secondo cui Israele aveva lanciato una campagna di terra nella Striscia di Gaza, cosa che invece non aveva fatto".

L'Israeli Broadcasting Corporation ha chiarito che non c'è stato alcun attacco di terra a Gaza, considerando quello che è successo come "un errore di traduzione".

Israele sta continuando a bombardare la Striscia di Gaza con attacchi aerei e proiettili di artiglieria, aumentando il dispiegamento di truppe e carri armati vicino all'enclave palestinese della striscia di Gaza. Safwat Al Kahlout di Al Jazeera, in un collegamento da Gaza, ha detto che le truppe israeliane si stanno ammassando al confine. Non si è mai fermato il fuoco dell'artiglieria e nemmeno il bombardamento di Gaza dal cielo e dal mare.

I venti di guerra sono in ogni caso più reali che mai

I venti di guerra sono in ogni caso più reali che mai. "Ho detto che avremmo fatto pagare un prezzo molto pesante ad Hamas e lo stiamo facendo e lo continueremo a fare con grande forza" ha dichiarato Benjamin Netanyahu. "La parola fine non è ancora detta e questa operazione continuerà fino a quando sarà necessario" ha aggiunto il premier israeliano.

"Appoggiamo al cento per cento la polizia e il resto delle forze di sicurezza per riportare la legge e l'ordine nelle città di Israele" ha detto Netanyahu riferendosi ai disordini e scontri tra israeliani e palestinesi che si stanno registrando in contemporanea con il conflitto con Hamas. "Non tollereremo l'anarchia", ha sottolineato il premier israeliano. Scontri continuano infatti in diverse città israeliane: a Musmus, vicino Haifa, la polizia ha arrestato 12 residenti per lancio di pietre e danneggiamenti. Altre due persone armate di coltelli sono state arrestate a Tel Aviv, altri 13 arresti a Beersheba.

A Gaza 109 morti, tra cui 28 minori e 15 donne

Sale ad almeno 109, tra cui 28 minori e 15 donne, il numero di morti provocato dagli attacchi israeliani contro la Striscia di Gaza in corso da lunedi' scorso, 10 maggio. Lo riferisce il ministero della Salute di Gaza, gestito dal movimento palestinese Hamas, secondo cui ammonta in totale a 621 il numero dei feriti. Nella notte, intanto, truppe aeree e di terra delle Forze di difesa israeliane (Idf) hanno dato il via ad una nuova, intensa offensiva nella Striscia di Gaza.
Dopo che era circolata inizialmente la notizia di un'invasione via terra dell'enclave, le Idf hanno chiarito che "Non ci sono attualmente forze di terra nella Striscia di Gaza. Le forze di aria e terra delle Idf stanno conducendo attacchi contro obiettivi nella Striscia di Gaza". In mattinata, le Idf hanno annunciato di aver abbattuto un drone lanciato dall'enclave in territorio israeliano.

Un'intera famiglia, compresi quattro bambini e la madre incinta, è rimasta uccisa in un bombardamento israeliano nella zona di Sheikh Zayed, nel nord di Gaza, che ha provocato almeno 11 morti e 50 feriti, secondo quanto ricostruito dall'agenzia palestinese Wafa. Il sistema di difesa antimissile israeliano Iron Dome sta intercettando dozzine di razzi lanciati da Hamas ad Ashdod, Beer Sheva e nelle comunità del sud. Un video mostra la maggior parte dei razzi che esplodono in aria. Hamas ha detto di aver lanciato 50 razzi.

L'odio nelle strade che fa più paura dei missili: alle radici della guerra in Medio Oriente

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Israele ha invaso Gaza, anzi non è vero": la gaffe dell'esercito sull'operazione di terra nella Striscia

Today è in caricamento