Sabato, 15 Maggio 2021
OMOFOBIA / Canada

Aggredito perché gay: "Ecco il volto insanguinato dell'omofobia"

Un ragazzo di 22 anni è stato aggredito in Canada durante un festival Western. Ha difeso la sorella da un uomo che la stava importunando ma è stato raggiunto da sei bottigliate al volto

CANADA - Mathieu Grégoire, un ragazzo di 22 anni, è stato brutalmente aggredito venerdì scorso al Festival Western di St-Tite, nella regione di Mauricie, nel Quebec. La sua colpa: essere gay e aver difeso sua sorella da un uomo che la stava importunando. Per questo è stato vittima prima di una serie di insulti omofobi, poi di ben sei bottigliate in pieno volto. Il risultato, drammatico, è quello che vedete in foto.

IL RACCONTO - E' stato lo stesso giovane a raccontare tutto su Facebook, in un post che in poco tempo ha fatto il giro del mondo. Ecco le parole di Mathieu: 

Ecco a voi il volto che ha l'omofobia !  Venerdì sera un ragazzo ha deciso che fosse divertente picchiarmi con una bottiglia rotta di vetro! Non mi ricordo molto, sono svenuto! Il primo colpo è stato quello che mi ha fatto perdere i sensi, figuriamoci gli altri 6 ... Ho ripreso conoscenza e ho visto mio padre piangere. Ero confuso,non capivo dove mi trovavo. Ho passato la notte in ospedale. Mi hanno aggredito perché sono gay ! Benvenuti nel 2015!

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggredito perché gay: "Ecco il volto insanguinato dell'omofobia"

Today è in caricamento