rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
REGNO UNITO / Regno Unito

Gb, l'indipendenza della Scozia infiamma la polemica tra gli 007

E' scontro tra Roger Moore, "orgoglioso di essere britannico", e Sean Connery, che sul braccio si è fatto tatuare la frase "Scotland forever"

E' lotta tra 007, e l'oggetto della contesa è … la Scozia. Roger Moore, l'attore che ha interpretato il famosissimo James Bond tra il 1973 e il 1985, non ha mancato di lanciare una critica velata al suo collega Sean Connery, che in più occasioni si è detto favorevole all'indipendenza della Scozia. 

Moore: "Orgoglioso di essere britannico" - Nel 2014 i cittadini della regione saranno chiamati a votare ad un referendum per decidere della questione, ma intanto il dibattito è aperto. “Ovviamente sono molto orgoglioso di essere inglese – ha detto Moore, come scrive il The Telegraph – Noi veniamo cresciuti con l'idea 'Siamo i migliori', che non è per niente vero. Sono fiero di essere britannico. Ho detto inglese, ma intendevo britannico”. 

Secondo Moore la Scozia rimarrà un territorio britannico, ma l'attore ha voluto anche lanciare una frecciatina al collega, accusandolo di aver provocato il fallimento della Royal Bank of Scotland con il ritiro dei suoi risparmi.

Il tatuaggio di Connery - Connery, che quando indossava i panni del più famoso agente segreto del mondo aveva giurato fedeltà alla corona e alla Regina, non ha però mai nascosto i propri orientamenti politici. L'attore non solo è membro dello Scottish National Party, ma si è anche fatto tatuare su braccio la frase “Scotland forever”, una vera e propria dichiarazione d'amore nei confronti della sua terra. 

“Sono sempre stato molto fiducioso sulle prospettive della Scozia – scrisse Connery nel 2007 sullo Scottish Sunday Express – Ora più che mai credo che la Scozia sia vicina a raggiungere l'indipendenza e la parità”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gb, l'indipendenza della Scozia infiamma la polemica tra gli 007

Today è in caricamento