rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Covid / Germania

Germania in balia della quarta ondata: tornano i tamponi gratuiti

I nuovi casi salgono in modo esponenziale mentre i vaccinati restano sotto la soglia del 70%. A rischio i grandi eventi, si valuta il lockdown per chi non è immune

Germania sempre più in balia della quarta ondata di Covid che sta attraversando l’Europa. Da mercoledì a giovedì sono stati registrati 10.000 casi di contagio in più - 50.196 quelli registrati dal Robert Koch Institut - e le autorità sono pronte a prendere provvedimenti ancora più restrittivi per tentare di tenere la pandemia sotto controllo.

Il ministro della Salute tedesco Jens Spahn ha annunciato che verranno reintrodotti i test gratuiti per il Covid-19 da sabato, e che i medici di base otterranno rimborsi più alti per la somministrazione dei vaccini anti-Covid da martedì: “Se non facciamo nulla i casi potrebbero raddoppiare ogni settimana”, ha sottolineato Spahn, chiedendo di “incrementare in maniera significativa e urgente il numero di test”. Da qui la decisione di reintrodurre i tamponi gratis per i cittadini: il tracciamento, insieme con la vaccinazione, con numeri di questo genere resta l’unico strumento utile per definire i contorni del contagio e provare a contenerlo.

A rischio i grandi eventi, in Baviera la situazione più critica

Anche le vittime in Germania continuano a salire, 255 soltanto tra mercoledì e giovedì, e l’istituto Koch ha consigliato anche di “disdire o evitare le grandi manifestazioni", come per esempio i famosi mercatini di Natale, e di "ridurre tutti i contatti non necessari" per far fronte a una situazione definita “molto preoccupante”. Il Land di Monaco, in particolare, è nella situazione più difficile: i numeri del contagio salgono di giorno in giorno e aumenta anche la pressione per gli ospedali. Il bavarese della Csu Markus Soeder, dopo aver parlato con i medici della regione, ha spiegato che “abbiamo una crescita esponenziale. Gli ospedali sono pieni, al limite massimo e c'è un sovraccarico anche emotivo in corsia”.

Vaccinati fermi sotto il 70%, si pensa al lockdown per chi non è immunizzato

Il problema in Germania sembrano essere i vaccini: la percentuale di immunizzati è ferma al 67,3%, e non è stato istituito alcun obbligo per sanitari e insegnanti. Difficile, con questo numero, imporre un lockdown per i non vaccinati senza andare a bloccare gran parte delle attività, ma l’imminente inizio delle festività natalizie e il timore che l’economia del Paese possa soffrire per questa quarta ondata ha spinto Berlino a considerare proprio la possibilità di imporre limitazioni ai non vaccinati: il tampone negativo non sarà più sufficiente per andare al ristorante, al cinema o al teatro né per accedere, neppure all'aperto, a eventi sportivi con oltre 2.000 spettatori. Bisognerà essere vaccinati o guariti dal Covid, proprio come accade in Austria.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Germania in balia della quarta ondata: tornano i tamponi gratuiti

Today è in caricamento