rotate-mobile
Giovedì, 11 Agosto 2022
Mondo Germania

Dopo il voto la Germania verso un governo ecologista, l'ultra destra già si spacca

Le elezioni tedesche chiudono l'era della Grosse Koalition: i socialdemocratici di Schulz vanno all'opposizione, alla cancelliera Merkel non resta che trovare un accordo con liberali e Verdi. La copresidente di Afd Petry lascia il partito

Un governo stabile "entro Natale": è l'obiettivo a cui punta Angela Merkel, nonostante i Cristiano democratici siano usciti ieri dalle elezioni legislative tedesche con un milioni di voti in meno. La Cancelliera uscente deve fronteggiare il boom del partito di estrema destra e la decisione del leader socialdemocratico Martin Schulz di chiudere la porta a una nuova grande coalizione.

Con l'Spd all'opposizione, al partito della Merkel non resta che trovare un accordo con liberali e Verdi. 

Merkel si è anche impegnata a riconquistare il milione di voti finito all'Afd "con la buona politica e con la risoluzione dei problemi": ha parlato di difficolta' su "integrazione, immigrazione illegale, assistenza medica nei territori rurali. So che ci sono difficoltà", ha continuato, "occorre cercare di affrontarle e trovare soluzioni".

Per la cancelliera non resta che rivedere le politiche europee: "abbiamo bisogno di piu' Europa, ma anche più competività, più posti di lavoro, più incisività dell'Ue". Ma in ogni caso, ha garantito Merkel, le politiche sui migranti non cambieranno dopo l'ingresso della destra xenofoba al Bundestag.

E la destra populista terza forza politica tedesca, non fa tempo a festeggiare, che già si spacca. 

Frauke Petry, copresidente di Alternativa per la Germania, tra i volti più moderati del partito nazionalista e a tratti revisionista AFd, ha annunciato che non siederà nel Bundestag nel gruppo parlamentare vicino ai suoi colleghi. Petry, che nel voto di domenica ha conquistato un seggio in Sassonia, ha annunciato la sua decisione a sorpresa, nel corso della conferenza stampa organizzata per festeggiare il trionfo.

"Ci sono divergenze aperte nell'AfD e non dobbiamo chiuderle in una tomba", ha detto, sostenendo che AfD nelle ultime settimane ha agito come "un partito anarchico". "Con una concorrenza così debole avremmo dovuto prendere anche più del 20%, se non l'abbiamo fatto è perché spaventiamo i nostri cittadini".

Parole che segnano un cambio di rotta da parte di una politica che pure, a suo tempo, si era espressa a favore dell'uso delle armi, in caso di necessita' estrema e "in accordo alla legge", da parte della polizia di frontiera, per impedire l'ingresso illegale dei rifugiati el Paese. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo il voto la Germania verso un governo ecologista, l'ultra destra già si spacca

Today è in caricamento