Venerdì, 19 Luglio 2024
Mondo Israele

Gerusalemme capitale di due Stati? Nuove tensioni sullo status della Città Santa

La Turchia scende in campo affinché Gerusalemme Est diventi capitale dello Stato palestinese. Attesa per il nulla osta di Trump a spostare l'ambasciata Usa da Tel Aviv a Gerusalemme. E anche l'Italia inciampa in un imbarazzante errore diplomatico

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan giudica "necessario per la stabilità" del Medio oriente uno Stato palestinese indipendente con Gerusalemme Est come sua capitale.

"La creazione di uno Stato palestinese indipendente e sovrano, con Gerusalemme Est come capitale, è necessario per assicurare la pace e la stabilità in Medio oriente", ha detto Erdogan al suo omologo dell'Anp Mahmoud Abbas (Abu Mazen), durante una conversazione telefonica avvenuta ieri sera.

La conversazione telefonica tra i due leader è avvenuta alla vigilia della decisione degli Stati uniti sul trasferimento dell'ambasciata Usa in Israele da Tel Aviv a Gerusalemme. Il presidente Donald Trump ha promesso durante la sua campagna elettorale il trasferimento dell'ambasciata statunitense a Gerusalemme, come previsto in una legge del Congresso approvata nel 1995, ma la cui applicazione è stata bloccata ogni sei mesi per due decenni dai successivi presidenti degli Stati Uniti.

Erdogan ha anche ribadito il suo sostegno alla "giusta causa" del popolo palestinese, affermando che l'abolizione delle restrizioni sulla striscia di Gaza aiuterebbe a portare la pace, secondo quanto riferito dall'agenzia Anadolu.

Gerusalemme capitale?

La comunità internazionale non ha mai riconosciuto Gerusalemme come capitale d'Israele, né l'annessione della sua parte orientale occupata nel 1967.

I palestinesi stimano che Gerusalemme Est debba essere la capitale dello Stato a cui aspirano. Il portavoce di Abu Mazen ha detto venerdì che il riconoscimento degli Stati Uniti di Gerusalemme come capitale di Israele "distruggerebbe il processo di pace". Da parte sua, il movimento palestinese Hamas, che controlla la Striscia di Gaza ed è considerato "terrorista" da Israele, dagli Stati Uniti e dall'Unione Europea, ha minacciato ieri di "far rivivere l'Intifada" se gli Stati Uniti riconosceranno Gerusalemme come capitale di Israele o decideranno di trasferire lì la loro ambasciata attualment a Tel Aviv.

In settimana anche l'Italia era finita in un imbarazzo diplomatico per la denominazione della tappa iniziale del Giro d'Italia a Gerusalemme Ovest.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gerusalemme capitale di due Stati? Nuove tensioni sullo status della Città Santa
Today è in caricamento