Domenica, 26 Settembre 2021
Mondo Tunisia

Giornalista precario, posta un video su Facebook e poi si dà fuoco

Il reporter 27enne Abderrazak Zorgui ha prima postato il filmato in Rete, in cui denunciava la sua situazione e attaccava lo Stato, poi si è tolto la vita

Un giovane reporter di Telvza tv, Abderrazak Zorgui, di 27 anni,  è morto per le ustioni riportate dopo essersi dato fuoco in piazza dei Martiri a Kasserine, in Tunisia. Poco prima di commettere il folle gesto il giornalista aveva postato un video su Facebook in cui denunciava la sua precarietà lavorativa, spiegando le ragioni del suo gesto drammatico. Nel filmato Zorgui si scaglia contro il governo, accusandolo di aver dimenticato la sua Kasserine, con la scusa della lotta al terrorismo. 

La morte del giovane reporter ha scatenato un'ondata di proteste, con le forze dell'ordine cje spmo dovute intervenire con i lacrimogeni per disperdere la folla. Quello di Zorgui non è il primo episodio simile inTunisia. Nel 2010 era stata la volta del venditore ambulante Mohamed Bouazizi, che si trasformò in una torcia umana per protesta contro le autorità che gli avevano sequestrato la merce.

Reporter dell'anno con le fake news: giornalista scoperto e allontanato

Il sindacato nazionale giornalisti tunisini (Snjt) a seguito della notizia della morte del giovane corrispondente ha annunciato in un comunicato la possibilità di indire uno sciopero generale della categoria. Per il sindacato infatti, è lo Stato che ha "contribuito a diffondere la corruzione e il denaro sospetto nel settore dei media assoggettandoli ad alcuni interessi". Lo stato tunisino inoltre, secondo quanto si legge nel comunicato, ha fallito nel controllare i media e la loro conformità alle leggi sul lavoro a scapito dei giornalisti. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornalista precario, posta un video su Facebook e poi si dà fuoco

Today è in caricamento