rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Mondo Turchia

"Pena di morte per i traditori", in Turchia una marea umana per il presidente Erdogan

La folla acclama il presidente Recep Tayyip Erdogan e sventola bandiere turche. Centinaia di migliaia in piazza al culmine di tre settimane di mobilitazione popolare dopo il tentato golpe in Turchia

Un'ultima manifestazione gigante pro-democrazia marca l'apoteosi di tre settimane di mobilitazione popolare, in risposta all'appello del presidente Erdogan dopo il tentato golpe: in presenza di quasi tutti i dirigenti politici, il distretto di Yenikapi è stato invaso da una marea umana di centinaia di migliaia di manifestanti che agitano bandiere rosse turche.

Il partito del presidente Erdogan, l'Afp ha organizzato per accogliere fino a 3 milioni di manifestanti: preparate oltre due milioni di bandiere e tre milioni di bottiglie d'acqua. Tutti i trasporti - metro, bus e traghetti - sono stati resi gratuiti per incoraggiare l'affluenza.

La manifestazione organizzata dall'Akp, il partito della giustizia e dello sviluppo attualmente al potere, è iniziata alla presenza del presidente Recep Tayyip Erdogan, arrivato con l'aria distesa e tenendo per la mano la moglie Emine, mentre suonava l'inno nazionale e venivano recitati versi del corano. Davanti a questa folla, il presidente ha detto: "Se il popolo vuole la pena di morte, i partiti seguiranno la sua volontà. La maggior parte dei paesi applicano la pena di morte".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Pena di morte per i traditori", in Turchia una marea umana per il presidente Erdogan

Today è in caricamento