rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Grecia / Grecia

Grecia, fumata nera ad Atene

Tsipras non è riuscito a formare un nuovo governo, la palla passa ora al socialista Venizelos

Fumata nera per Atene. Alexis Tsipras ha incassato il no di Antonio Samaras (Nuova Democrazia) per la formazione di un nuovo governo. Il leader di Syriza, la coalizione di sinistra radicale risultata essere la seconda forza politica nelle elezioni che si sono tenute domenica, rimetterà oggi il mandato nelle mani del presidente Karolos Popoulias.

Anche se “il sogno di formare un governo di sinistra non è stato realizzato”, Tsipras ha comunque sottolineato la portata epocale del risultato ottenuto dal suo partito nelle ultime elezioni. “Abbiamo costretto l'Europa a discutere dei cambiamenti causati dal voto in Grecia”, ha dichiarato il leader di Syriza, come riportato dal quotidiano locale Ekathimerini

Il compito di formare un nuovo governo passa ora ai socialisti del Pasok, dopo che anche la Nd aveva fallito lunedì nella stessa impresa, come scrive l'Adnkronos. Il nuovo protagonista diventa quiandi Evangelos Venizelos, leader del partito, che è anche uno dei responsabili del piano di austerity contestato dalla popolazione greca, in quanto ex ministro dell'Economia sotto il premier tecnico Lucas Papademos, insediatosi nel novembre dell'anno scorso. 

Il board del Fondo europeo di stabilità finanziaria (più comunemente chiamato Fondo salva stati) ha confermato l'esborso di 5,2 miliardi ad Atene, di cui 4,2 miliardi verranno versati oggi.  L'Europa continua ad osservare quanto sta avvenendo ad Atene. “Se la Grecia vuole rimanere nell'eurozona, non c'è soluzione migliore di quella che è già stata presa” ha dichiarato il ministro delle Finanze tedesco, Wolfgang Schaeuble. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Grecia, fumata nera ad Atene

Today è in caricamento