rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
VENTI DI GUERRA / Corea del Nord

Tutto quello che c'è da sapere sul rischio guerra in Corea

L'Agi riscostruisce, giorno per giorno, la cronologia che ha portato il caos tra Corea del Nord e Corea del Sud. Fino alla minaccia di un attacco nucleare contro gli Stati Uniti

L'annuncio di un prossimo attacco nucleare contro gli Stati Uniti da parte della Corea del Nord ha fatto precipitare il mondo nel terrore. Che si tratti solo di una provocazione, come ritengono le autorità americane, o di una vera minaccia, come teme l'Unione Europea, la situazione a est è ormai precipitata. E tutto, come ricostruire l'Agi, in una dettagliata cronologia "della tensione", in soli 4 mesi.

"La tensione - ricostruire l'agenza di stampa - è tornata ai livelli di guardia nel marzo 2010 quando la corvetta sudcoreana Cheonan con 104 persone a bordo venne affondata da un siluro e morirono 46 marinai. Un rapporto del sud sostiene che il siluro era nordcoreano".

Quindi, nel novembre scorso, "a surriscaldare i rapporti sono state le manovre congiunte Washington-Seul nel Mar Giallo, con la dura reazione di Pyongyang sfociata in un'escalation militare e verbale senza precedenti".

Questa la cronologia:

12 dicembre 2012 - Pyongyang annuncia di aver messo in orbita un satellite che, secondo la comunità internazionale, è un missile a lungo raggio.

22 gennaio 2013 - Il Consiglio di sicurezza dell'Onu approva l'ampliamento delle sanzioni contro la Corea del Nord.

24 gennaio - Pyongyang annuncia di risposta all'Onu che sta preparando un nuovo test nucleare provocando l'indignazione di tutta la comunità internazionale.

12 febbraio - La Nordcorea annuncia il suo terzo test nucleare sotterraneo dopo quelli del 2006 e del 2009. Si riunisce il Consiglio di sicurezza Onu.

7 marzo - L'Onu approva nuove sanzioni contro Pyongyang. La Nordcorea annuncia attacco nucleare preventivo contro gli Usa.

11 marzo - Inizia la guerra 'verbale' di Pyongyang. Il regime dichiara "completamente nullo" il cessate-il-fuoco con Seul raggiunto 60 anni prima e annuncia di essere pronta a entrare in guerra con il Sud.

19 marzo - Bombardieri Usa B-2 sorvolano la penisola coreana.

20 marzo - Vengono sabotate le reti informatiche del Sud Corea, sospettata Pyongyang.

30 marzo - La Corea del Nord annuncia di essere entrata in "stato di guerra" con il Sud.

31 marzo - La Corea del Sud annuncia nuove manovre militari congiunte con gli Usa nel mese aprile. Pyongyang minaccia, colpiremo le 3 basi Usa in Giappon. In risposta, gli Stati Uniti fanno sapere di aver spostato un numero imprecisato di caccia 'stealth' F-22 Raptor dal Giappone alla Corea del Sud.

1 aprile - La Corea del Sud si dice pronta a rispondere "con forza" a qualsiasi attacco sul suo territorio.

2 aprile - La Corea del Nord annuncia la decisione di riavviare l'impianto nucleare di Yongbyon, sede di un reattore messo a riposo nel 2007.

3 aprile - Pyongyang annuncia il blocco dell'accesso al complesso di Kaesong, zona industriale comune, operativa dal 2004, che si trova in territorio nordcoreano a 10 chilometri dalla frontiera.

Poche ore fa, l'ultima mossa di Pyongyang: è stato spostato sulla costa orientale un missile di lunga gittata. Lo ha dichiarato il ministro della Difesa sudcoreana, Kim Kwan-jin. La notizia era stata anticipata questa mattina dall'agenzia Yonhap, che citava fonti del governo di Seul. Dalle prime analisi potrebbe trattarsi di un vettore Musudan, capace di coprire 4.000 chilometri e quindi di raggiungere anche la base Usa di Guam.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tutto quello che c'è da sapere sul rischio guerra in Corea

Today è in caricamento