Lunedì, 14 Giugno 2021
Una pace quanto mai lontana / Israele

La situazione tra Israele e Hamas sta peggiorando sempre di più

Morto un bimbo di 6 anni a Sderot colpito da un razzo sparato da Gaza mentre nell'enclave palestinese sale a oltre 56 il numero delle vittime. Dichiarato il coprifuoco alle 20 in tutte le città arabo israeliane dopo l'ennesimo giorno di violenze. Hamas continua con il lancio di razzi mettendo in pericolo anche gli abitanti di Tel Aviv

Mentre Israele ha dichiarato il coprifuoco alle 20 in tutte le città arabo israeliane dopo l'ennesimo giorno di violenze, Hamas continua con il lancio di razzi contro le città israeliane. Oltre 130 razzi sono stati sparati dalla Striscia di Gaza in risposta alla distruzione di un edificio di dieci piani nell'enclave palestinese, la torre di al-Shourouk, palazzo che si riteneva sede di diversi comandanti dei gruppi militanti.

Secondo quanto riferito dal ministero della Salute di Gaza, gestito dal movimento palestinese Hamas, sarebbero almeno 56 le vittime causate dai raid aerei condotti nelle ultime ore da Israele, tra cui 14 minori e cinque donne. Centinaia i feriti. 

Intanto le sirene d'allarme hanno ripreso a suonare non solo nelle immediate vicinanze della striscia ma anche nella capitale Tel Aviv. Secondo i media locali sarebbero circa 1.200 i razzi lanciati dalla Striscia di Gaza dall'inizio delle ostilità, almeno 200 sarebbero caduti all'interno dell'enclave palestinese mentre il sistema antimissile Iron Dome avrebbe intercettato tra l'85 ed il 90% dei razzi lanciati contro aree abitate.

Un bambino di sei anni è morto a Sderot

Un bambino di sei anni è morto a Sderot, nel Sud di Israele, dopo che un edificio residenziale è stato colpito da un razzo. La conferma arriva dai volontari dello United Hatzalah, secondo i quali altre quattro persone sono rimaste ferite e una di queste versa in gravi condizioni. 

Le violenze nelle città miste arabo israeliane

Nella città israeliana di Lod il quotidiano Haaretz riferisce di almeno 20 arresti. Gli scontri, con lanci di pietre da entrambe le parti, sono scoppiati davanti alla tenda tradizionale per le visite di condoglianze eretta dalla famiglia di Musa Hasuna, un arabo ucciso da ebrei la notte fra lunedì e martedì. La polizia è intervenuta con granate assordanti. L'uccisione, per la quale sono state arrestate tre persone, ha scatenato subito dopo un tumulto nel clima arroventato degli scontri a Gerusalemme e il conflitto con Gaza. Sono state date alle fiamme tre sinagoghe, negozi e automobili. 

Salvini: Hamas è terrorismo

A Roma un'enorme bandiera di Israele è stata srotolata da un palazzo del ghetto ebraico dove è in corso una manifestazione di solidarietà a Portico d'Ottavia. "I missili vanno condannati sempre e bisogna dire che Hamas è una organizzazione terroristica, e che ci vuole una soluzione pacifica, che gli islamisti non vogliono" ha detto il leader della Lega, Matteo Salvini, che ha preso parte alla manifestazione pro Israele. "Vorrei che il governo fosse per la pace in modo presente, chiaro e protagonista e non fosse silente". 

Perché potrebbe scoppiare una nuova lunga guerra tra israeliani e palestinesi

Intanto il vice ministro degli Esteri russo, Mikhail Bogdanov, avrebbe spiegato che Hamas sarebbe pronto al cessate il fuoco purché la comunità internazionale spinga Israele a interrompere l'uso della forza nell'area della moschea di al-Aqsa e le attività "illegali" nei confronti dei cittadini arabi nativi a Gerusalemme Est"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La situazione tra Israele e Hamas sta peggiorando sempre di più

Today è in caricamento