rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Le prossime mosse / Ucraina

Truppe russe verso Luhansk, il governatore: "Sta per succedere un inferno"

L'alto funzionario spiega che "è una questione di giorni. Raderanno al suolo ospedali, scuole, case. Avete presente Bucha o Mariupol? Da noi sarà molto peggio"

Sta per succedere "un inferno". Ne è certo Serhiy Haidai, governatore della provincia di Luhansk, nel Donbass, intervistato dal Corriere della Sera. "Per cantare vittoria Putin deve conquistare tutto il Donbass, soprattutto dopo la sconfitta di Kiev. Parla di ''liberazione'' ma vuole il nostro territorio per questioni strategiche e per le sue miniere. Da queste parti la nostra difesa è più forte, quindi per raggiungere l'obiettivo distruggeranno tutto. Vogliono cancellarci dalla faccia della terra, ma noi resisteremo".

Guerra Russia-Ucraina: le ultime notizie

L'attacco, prosegue "è una questione di giorni. Si stanno riposizionando ai confini e nel frattempo continuano a bombardare. Non hanno morale: raderanno al suolo ospedali, scuole, case. Avete presente Bucha o Mariupol? Da noi sarà molto peggio". "La loro furia sarà cento volte più forte e purtroppo non abbiamo edifici robusti come a Mariupol. Non abbiamo bunker". Haidai - che è stato tante volte in Italia, "mamma Tatiana vive a Rapallo da 20 anni, faceva la badante", spiega - cambia continuamente posizione perché i russi lo cercano: "Vogliono uccidermi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truppe russe verso Luhansk, il governatore: "Sta per succedere un inferno"

Today è in caricamento