rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Scene di guerra

Il video shock: "Soldati ucraini sparano alle gambe dei prigionieri russi"

Nelle immagini che circolano sui social si vedono soldati russi gravemente feriti, ammanettati e alcuni anche incappucciati. Non sono state confermate. Il governo di Kiev annuncia un'indagine per accertare i fatti

Tre minuti di riprese in cui dei soldati sparano contro prigionieri che hanno le mani legate. A fare il fuoco sarebbero militari ucraini e le vittime sarebbero russi. E' il filmato che circola in queste ore sui social, lanciato dalla testata tedesca Bild, che sta animando il dibattito. Il condizionale è d'obbligo perché non ci sono conferme sull'autenticità del video. Il governo di Kiev ha comunque promesso l'avvio di un'indagine.

Guerra Russia-Ucraina: le utime notizie

Il video

Le immagini mostrano soldati che sparano contro prigionieri con le mani legate. A fare fuoco sono militari con la mimetica ucraina, alcuni dei quali indossano al braccio la fascia azzurra delle truppe di Kiev. Quelli che vengono colpiti invece hanno il nastro arancione-nero della Guardia Nazionale di Mosca e vestono divise russe. Esiste anche una versione più lunga del video, con una prima parte in cui si vedono soldati russi gravemente feriti, ammanettati e in alcuni casi con un cappuccio sulla testa. Sono distesi a terra, tra il sangue. Gli vengono rivolte domande sui loro comandanti e altre con tono accusatorio: “Perché uccidete la popolazione?”. Poi le immagini procedono con le pallottole esplose contro le gambe di altri prigionieri fatti scendere da un furgone. Si presume sia girato nella regione di Kharkiv.

Il video è un falso?

Non ci sono riscontri in grado di confermare l’autenticità del video, che è stato segnalato anche da account Twitter ritenuti autorevoli, come quello dell’ex ufficiale statunitense e ricercatore universitario Rob Lee. Secondo i media ucraini, si tratterebbe di un falso. Per i russi invece testimonia la ferocia di Kiev. 

Il governo ucraino promette "un'indagine immediata".  Il consigliere della presidenza ucraina, Oleksiy Arestovych, citato dalla Cnn, spiega: "Siamo un esercito europeo e non umiliamo i nostri prigionieri. Se questo risultasse essere reale, si tratterebbe di un comportamento assolutamente inaccettabile".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il video shock: "Soldati ucraini sparano alle gambe dei prigionieri russi"

Today è in caricamento