rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Crimine di guerra / Ucraina

Missili russi su un centro commerciale a Kremenchuk: dentro 1.000 civili

Decine di morti e feriti "il numero è difficile da immaginare"

In fiamme il centro commerciale di Kremenchuk, nella regione centro-orientale di Poltava, bombardato da alcuni missili russi. Il mall, frequentato da circa 1.000 civili, è stato colpito nel primo pomeriggio. Impossibile stabilire al momento il numero delle vittime. “I soccorritori stanno lottando per spegnere l'incendio, il numero delle vittime è impossibile da immaginare", ha dichiarato su Telegram il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, sottolineando che l'obiettivo non costituiva "nessun pericolo per l'esercito russo" e non aveva "nessun valore strategico". Al momento il bilancio delle vittime è di 10 morti e 40 feriti. Lo riferiscono media ucraini. 

"L'attacco missilistico contro un centro commerciale in cui c'erano persone a Kremenchuk è un altro crimine di guerra russo – ha detto il governatore della regione di Poltava, Dmytro Lunin - Un crimine contro l'umanità. Un chiaro e cinico atto di terrore contro la popolazione civile. La Russia è uno stato terrorista".

Il video dei sopravvissuti

"Siamo vivi!", gridano alcuni sopravvissuti che si trovano ancora dentro il centro commerciale di Kremenchuk colpito questo pomeriggio da un raid russo. Lo si apprende da un video pubblicato su Twitter da Anton Geraschenko, consigliere del ministero dell'Interno di Kiev, nel quale si vede tanto fumo nero e un uomo che corre tra le macerie dell'edificio in fiamme riprendendo la scena con il suo cellulare. 

Tutte le notizie di oggi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Missili russi su un centro commerciale a Kremenchuk: dentro 1.000 civili

Today è in caricamento