rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
La guerra

Il piano di Mosca: l'obiettivo della seconda fase non è solo il Donbas

Odessa il prossimo fronte dell'offensiva? Secondo il comandante russo Rustam Minnekayev l'obiettivo della seconda fase dell'offensiva sarà quello di prendere il controllo di tutto il Sud dell'Ucraina avanzando già il casus belli: "In Transnistria ci sono casi di oppressione della popolazione di lingua russa"

Dal Donbass alla Transnistria al confine con la Moldavia: Mosca getta la maschera e chiarisce il piano della seconda fase che - ora- è ufficialmente iniziata due giorni fa. Lo ha chiarito il comandante ad interim del distretto militare centrale russo, Rustam Minnekayev. Minnekaev in una riunione dell'Unione delle industrie della difesa della regione di Sverdlovsk, ha chiarito che il compito delle truppe russe nella seconda fase dell'operazione speciale in Ucraina è stabilire il pieno controllo del Donbass e dell'Ucraina meridionale e fornire un corridoio terrestre alla Crimea.

Le truppe russe, "dall'inizio della seconda fase" dell'invasione dell'Ucraina "cominciata due giorni fa", puntano a "prendere il pieno controllo del Donbass e dell'Ucraina meridionale" per ottenere "l'apertura di un corridoio terrestre verso la Crimea", la penisola sul Mar Nero che Mosca si è di fatto annessa nel 2014 con un'invasione di uomini armati e senza insegne di riconoscimento violando il diritto internazionale.

Minnekaev ha indirettamente però puntato lo sguardo al prossimo vero obiettivo, cioè quello di creare una fascia di sicurezza tutto attorno alla Crimea tanto da puntare direttamente oltre a Kherson dove il 27 aprile prossimo si terrà un referendum per la proclamazione della repubblica popolare indipendente sulla falsariga di quanto fatto nel 2014 in Crimea, Donetsk e Lugansk. 

Transnistria (quasi) come il Donbass. La Moldavia sarà la nuova Ucraina?

Minnekaev ha osservato che il controllo sul sud dell'Ucraina consentirebbe alla Russia anche di accedere alla Transnistria, "dove ci sono casi di oppressione della popolazione di lingua russa". L'obiettivo non citato è la conquista di Odessa, la principale città ucraina sul Mar Nero.

odessa-3-3

"Apparentemente, ora siamo in guerra contro il mondo intero, come lo eravamo nella Grande Guerra Patriottica, quando l'intera Europa, il mondo intero era contro di noi. E ora è lo stesso, non hanno mai amato la Russia", ha aggiunto Minnekaev.

Guerra Russia Ucraina: ultime notizie in diretta

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il piano di Mosca: l'obiettivo della seconda fase non è solo il Donbas

Today è in caricamento