rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Mondo

Hamas ha accettato il piano americano per il cessate il fuoco nella Striscia di Gaza

A fare da ago della bilancia è ovviamente l'alto numero di vittime durante questi otto mesi di bombardamenti israeliani. Vittime che però sono funzionali per il gruppo terroristico palestinese

È arrivata una svolta nella guerra tra Israele e Hamas inaspritasi dopo il 7 ottobre scorso? Con molta probabilità i bombardamenti incessanti che in questi otto mesi nella Striscia di Gaza hanno provocato oltre 37mila vittime potrebbero fermarsi. Questo perché il gruppo terroristico palestinese ha accettato la risoluzione di cessate il fuoco adottata nella serata del 10 giugno dal Consiglio di sicurezza dell'Onu, secondo quanto annunciato dall'alto funzionario del gruppo palestinese Sami Abu Zuhri, il quale ha aggiunto che spetta a Washington garantire che Israele la rispetti. La bozza di risoluzione Usa che sostiene il piano di cessate il fuoco a Gaza annunciato da Joe Biden è stata approvata con 14 voti a favore e l'astensione della Russia. Il testo - per andare incontro alle richieste di diversi paesi che volevano fosse menzionato anche Israele - esorta "entrambe le parti ad attuare pienamente i termini del piano senza indugio e senza condizioni". Tuttavia, i mediatori non hanno ancora ricevuto alcuna risposta formale né da Hamas né da Israele, stando a quanto riferito dalla Reuters, citando un funzionario informato dei fatti.

Il presidente americano sapeva che la palla sarebbe passata nelle mani di Hamas. E ora il gruppo palestinese, che ha accettato la risoluzione votata nel palazzo di Vetro di New York, è pronto a negoziare i dettagli. Il governo di Israele non si è detto contrario al piano, tuttavia continua ad affermare che le operazioni militari proseguiranno fintanto che Hamas non sarà eliminato da Gaza, e questo pone dei dubbi sugli impegni che promette di assumere rispetto al cessate il fuoco.

Nella mattina di oggi sono state almeno nove le vittime degli attacchi israeliani che hanno colpito edifici residenziali di Gaza City, nella Striscia di Gaza. L'agenzia Wafa fa sapere che all'alba è stato colpita una casa nel quartiere di Sheikh Radwan, e uno degli occupanti ha perso la vita. Nelle ore precedenti un altro palazzo è stato bombardato, causando otto morti tra cui dei bambini. I soccorritori, secondo l'emittente Al Jazeera, sono al lavoro per trarre in salvo le persone intrappolate sotto le macerie. Uccise inoltre sempre in un attacco israeliano altre tre persone nell'area di Deir el-Balah, nel centro di Gaza.

Cosa prevede il piano per il cessate il fuoco

Il progetto in tre fasi annunciato dal presidente americano il 31 maggio e condiviso con Israele, ha l'ambizione di porre fine alle ostilità nella Striscia, attraverso il progressivo ritiro delle Forze di Difesa israeliane e il rilascio di tutti gli ostaggi. La palla, per gli americani, è ora più che mai nelle mani di Hamas, ha sottolineato il segretario di Stato Antony Blinken nella sua ottava missione in Medio Oriente dal 7 ottobre. Con le prime tappe in Egitto in Israele, dove ha incontrato il presidente egiziano Fattah Al Sisi e il premier israeliano Benjamin Netanyahu.

Israele, un piano in tre fasi per la tregua a Gaza. Biden: "Hamas accetti"

Il Consiglio di sicurezza dell'Onu, lo scorso marzo, aveva già votato una risoluzione per un cessate il fuoco immediato a Gaza, grazie alla decisiva astensione degli Stati Uniti, per la prima volta dall'inizio della guerra, che aveva provocato l'irritazione di Israele. Ma senza esiti concreti. Stavolta invece Washington ha portato al Palazzo di Vetro un progetto che, come ha spiegato Biden il 31 maggio, è stato elaborato dal governo Netanyahu. Il timing prevede una prima tregua di sei settimane per rilascio di parte degli ostaggi in uno scambio con detenuti palestinesi e il ritiro dell'esercito dai centri abitati. Nel frattempo, una nuova trattativa per estendere in modo permanente il cessate il fuoco, e infine l'avvio della ricostruzione della Striscia.

"Sacrifici necessari, l'accordo non serve"

A spingere per il cessate il fuoco è ovviamente l'alto numero di vittime palestinesi durante questi otto mesi di bombardamenti israeliani nella Striscia di Gaza e in Cisgiordania. Vittime che però sono funzionali per Hamas. Per il leader del gruppo terroristico, Yahya Sinwar, i morti nell'enclave palestinese sono "sacrifici necessari'', così definiti in una serie di messaggi inviati ai mediatori. E che dimostrano come, secondo Sinwar, prolungare i combattimenti e aumentare il numero dei palestinesi uccisi vada a vantaggio di Hamas e della sua sopravvivenza.

Lo scrive il Wall Street Journal pubblicando in esclusiva alcuni messaggi del leader del gruppo palestinese che dimostrerebbero la volontà di rinviare un accordo sugli ostaggi e sul cessate il fuoco. ''Abbiamo gli israeliani esattamente dove li vogliamo'', ha detto ai funzionari di Hamas impegnati in trattative con i mediatori di Egitto e Qatar. E poi: ''Finché i combattenti saranno ancora in piedi e non avremo perso la guerra, i negoziati dovrebbero essere immediatamente interrotti. Abbiamo le capacità per continuare a combattere per mesi''.

Sinwar "il macellaio": chi è il leader di Hamas a cui Israele dà la caccia

Decine sono i messaggi, visionati dal Wall Street Journal, che Sinwar ha trasmesso ai negoziatori per il cessate il fuoco e ai miliziani di Hamas fuori da Gaza. In tutti, scrive il giornale, ''emerge un freddo disprezzo per la vita umana'' oltre che la convinzione che ''Israele abbia molto da perdere in guerra''. In un messaggio inviato ai leader di Hamas a Doha, Sinwar ha anche fatto un parallelismo tra il conflitto in corso a Gaza e quello combattuto in Algeria per l'indipendenza dalla Francia, dove centinaia di migliaia di persone sono morte. ''Questi sono sacrifici necessari'', ha sostenuto. Lo stesso vale per i tre figli del leader politico di Hamas Ismail Haniyeh uccisi in un attacco aereo israeliano. In una lettera a lui inviata l'11 aprile, Sinwar ha scritto che la loro morte e quella di altri palestinesi avrebbe ''infuso linfa vitale nelle vene di questa nazione, spingendola a risorgere''.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Hamas ha accettato il piano americano per il cessate il fuoco nella Striscia di Gaza

Today è in caricamento