Domenica, 21 Luglio 2024
La guerra in Medio Oriente / Israele

Hamas dice "Sì" alla tregua, ma chiede lo stop dei combattimenti a Gaza

Risposta positiva al piano Onu ma con precise condizioni. Netanyahu resta in silenzio, parlano i suoi: "Cambiati tutti i parametri principali". Accordo in bilico

L'idea del cessate il fuoco duraturo tra Hamas e Israele è in bilico. Hamas ha dato la prima risposta ufficiale da quando il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha presentato quella che ha definito essere l'ultima offerta di Israele per un accordo. Si tratta di un'apertura, di "disponibilità" a raggiungere "positivamente" un'intesa. C'è un problema. Hamas ha apportato delle "modifiche" all'offerta e Israele ha equiparato questo atto a un rifiuto.

Il piano di cessate il fuoco proposto - approvato dal Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite con una risoluzione proposta dagli Usa - prevede un cessate il fuoco di sei settimane che alla fine diventerebbe permanente. Si prevede poi il graduale rilascio degli ostaggi e la liberazione di detenuti palestinesi. Il Qatar e l'Egitto - che, insieme agli Stati Uniti, hanno mediato i negoziati tra Israele e Hamas - hanno confermato che il gruppo palestinese ha presentato la sua risposta. Hamas e Jihad islamica palestinese hanno chiesto la "fine totale" dei combattimenti a Gaza: "La risposta sottolinea la necessità di fermare completamente l'aggressione in corso contro Gaza". Il portavoce di Hamas, Jihad Taha, ha spiegato che la loro controproposta include "emendamenti che confermano il cessate il fuoco, il ritiro, la ricostruzione e lo scambio" di ostaggi. Le modifiche rivedono la tempistica della tregua permanente e il ritiro delle truppe israeliane da Gaza.

Secondo il portavoce della Sicurezza nazionale della Casa Bianca, John Kirby, è stato "utile" che Hamas abbia presentato una risposta e che i funzionari americani stiano "valutando" le richieste del gruppo.

Dall'altra parte della barricata, il primo ministro Benjamin Netanyahu non ha risposto ufficialmente, ma è stata diffusa la dichiarazione di un funzionario israeliano in forma anonima, secondo il quale la proposta di Hamas ha "cambiato tutti i parametri principali e più significativi" ed è quindi equivalente a un rifiuto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Hamas dice "Sì" alla tregua, ma chiede lo stop dei combattimenti a Gaza
Today è in caricamento