rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
La denuncia / Afghanistan

Hamed ucciso a 22 anni dai talebani perché gay, il video dell'esecuzione alla famiglia

Era uno studente di Medicina. Il compagno e i parenti hanno denunciato il caso e poi hanno lasciato il Paese. La comunità gay: "I Governi occidentali non ci proteggono"

Ucciso perché gay. Uno studente afghano di 22 anni, Hamed Sabouri, è stato sequestrato e ucciso dai talebani per il suo orientamento sessuale. La notizia è riferita ai media internazionali dai parenti e dal compagno, che hanno lasciato il Paese.

Secondo quanto riportato, Hamed è stato fermato a Kabul lo scorso agosto a un posto di blocco e condotto in una caserma "dove è stato torturato per tre giorni prima di essere ucciso a colpi di arma da fuoco". I talebani hanno poi inviato il video dell'esecuzione a familiari e amici, evidentemente come monito. Il giovane studente di Medicina viene colpito alla nuca e alla testa da almeno 12 proiettili.
 
Il compagno - che ha chiesto l'anonimato -, ha riferito di essere stato arrestato due volte e di temere per la propria vita: "Se mi dovessero fermare nuovamente mi ucciderebbero subito o mi lapiderebbero".

Le organizzazioni per i diritti delle persone Lgbtq+ in Afghanistan insorgono e denunciano il clima di odio che porta molti membri della comunità arcobaleno a tentare di lasciare il Paese mentre altri sono costretti a nascondersi.

"La morte di Hamed Sabouri è un'ulteriore prova che i talebani non si fermeranno finché non elimineranno tutti i gay in Afghanistan. La colpa è dell'incapacità del Regno Unito e di altri governi occidentali di fornire protezione dell'asilo alle persone Lgbt a rischio", commenta Nemat Sadat, fondatore del gruppo per i diritti Lgbtq+ Roshaniya.

hamed-2

Tutte le notizie su Today.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Hamed ucciso a 22 anni dai talebani perché gay, il video dell'esecuzione alla famiglia

Today è in caricamento