Martedì, 18 Maggio 2021
Germania

H&M spiava i dipendenti: multa da 35 milioni in Germania

La catena di abbigliamento svedese è stata multata da un difensore civico di Amburgo: l'azienda avrebbe ampie registrazioni riguardanti la vita privata dei lavoratori

Un punto vendita H&M in Germania (FOTO ANSA)

Non bastassero i problemi causati dall'emergenza coronavirus, in Germania arriva una nuova ''grana” per H&M. La catena di abbigliamento svedese è stata multata per 35,3 milioni di euro, pari a 41,4 milioni di dollari, da un difensore civico della città tedesca di Amburgo per aver spiato i propri dipendenti. 

Il monitoraggio ha interessato diverse centinaia di dipendenti in un centro di servizi nella città bavarese di Norimberga, secondo una dichiarazione del commissario per la protezione dei dati e la libertà d'informazione di Amburgo.

Almeno dal 2014, la direzione di H&M presso la sede di Norimberga ha raccolto "ampie registrazioni delle circostanze della vita privata" dei dipendenti, tra cui diagnosi di salute, problemi familiari e credenze religiose, secondo la dichiarazione. 

I dettagli sono stati spesso registrati e memorizzati digitalmente in un sistema "leggibile fino a 50 altri manager in tutta l'azienda", ha aggiunto. H&M ha detto che "l'incidente ha rivelato pratiche per il trattamento dei dati personali dei dipendenti che non sono in linea con le linee guida e le istruzioni di H&M".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

H&M spiava i dipendenti: multa da 35 milioni in Germania

Today è in caricamento