rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Mondo

E' morto il presidente del Venezuela Hugo Chavez

A darne l'annuncio è il vicepresidente venezuelano Nicolas Maduro che accusa: "Non abbiamo dubbi sul fatto che il comandante sia stato attaccato con questa malattia"

Il presidente del Venezuela, Hugo Chavez, operato nei mesi scorsi di cancro, è morto a Caracas alle 16,25 ora locale. Lo ha annunciato in tv il vice presidente e suo delfino designato, Nicolas Maduro. "E’ un momento di profondo dolore", ha detto Maduro, interrompendosi fra i singhiozzi, in un discorso televisivo alla nazione.

Nel corso della giornata le autorità avevano annunciato che il presidente era stato sottoposto in questi giorni a una "chemioterapia il cui impatto è molto forte". Intanto il vice presidente Nicolas Maduro ha denunciato l'esistenza di un "piano per destabilizzare" il Venezuela dietro la malattia del leader Chavez. "Non abbiamo dubbi sul fatto che il comandante sia stato attaccato con questa malattia", ha aggiunto Maduro. "Si tratta di un tema molto serio", ha proseguito il vicepresidente, aggiungendo che "gli storici nemici della nostra patria hanno cercato il modo per danneggiare Chavez".

Maduro ha parlato durante una riunione del governo trasmessa in diretta tv, spiegando che una commissione scientifica indagherà sulla possibilità che la malattia sia stata provocata da un attacco nemico.

Hugo Chavez: le foto | © Infophoto

Gli Stati Uniti respingono le accuse di cospirazione mosse riguardo alla malattia di Hugo Chavez. "Sono accuse assurde", ha detto un portavoce del Dipartimento di Stato.

Chavez e i leader mondiali

L'ANNUNCIO. "Chi muore per la vita non può essere considerato morto". Con queste parole Nicolas Maduro, il vicepresidente del Venezuela, ha annunciato al paese la morte di Hugo Chavez, che si è arreso così al tumore per il quale era stato operato pochi giorni fa.

"Nelle prossime ore renderemo noti tutti i programmi per rendere omaggio al nostro comandante", ha aggiunto il vicepresidente, che ha chiuso il suo intervento con un 'Che viva Chavez!".

"Portiamogli canzoni di omaggio, di onore, come quella di Alì Primera: quelli che muoiono per la vita non possono essere chiamati morti": con queste parole il vicepresidente venezuelano, Nicolas Maduro, ha convocato i suoi concittadini a concentrarsi davanti all'ospedale militare, dove è morto il presidente Hugo Chavez. Il vicepresidente ha chiesto anche che "il popolo di Chavez" si riunisca sulla piazza Bolivar, dove Chavez ha tenuto l'ultimo meeting della campagna elettorale prima delle presidenziali dello scorso 8 ottobre, sottolineando che "a partire da questo momento, è proibito piangere". 

CHAVEZ, LEADER VISIONARIO. Lunghi anni al potere, in lotta contro l'opposizione, gli Stati Uniti e, più di recente, col tumore. Hugo Chavez è riuscito a imporre la sua personalità espansiva, carismatica e spesso spigolosa, così come il progetto bolivariano di 'socialismo del secolo XXI', in uno dei principali paesi dell'America Latina: potenza mondiale per riserve di petrolio. 

Leader politico con caratteristiche da 'show man' - cantava, ballava, suonava le percussioni e impartiva ordini ai suoi ministri - tutto in diretta tv, sempre vicino al pubblico, spesso nel programma 'Alò, presidente', da lui inventato per essere vicino al suo 'pueblo bolivariano'. 

Chavez è sempre stato posseduto da un'ostinata volontà di imporsi nel suo paese e anche a livello mondiale, ereditando il ruolo dal suo amico Fidel Castro. Di fatto, è stato uno dei leader più noti dell'America Latina 'antimperialista', spina nel fianco di Washington quasi come il 'lider maximo' cubano. 

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E' morto il presidente del Venezuela Hugo Chavez

Today è in caricamento