rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Lockdown Files / Regno Unito

Ignorati gli allarmi sul Covid: 100mila messaggi WhatsApp inguaiano l'ex ministro britannico

Esplode in Regno Unito lo scandalo dei Lockdown Files. Il titolare della sanità del governo Johnson accusato di non aver fatto sottoporre al tampone gli anziani nelle Rsa

Lasciata alle spalle l'emergenza Covid, i politici alla guida dei Paesi europei durante la pandemia cominciano a fare i conti con i presunti errori di gestione della crisi sanitaria. Dopo le indagini italiane concluse nei giorni scorsi, in Regno Unito è finito nel mirino Matt Hancock, ministro della Salute dal 2018 al 2021. Il titolare del sistema sanitario durante il governo di Boris Johnson è accusato di aver ignorato le raccomandazioni basilari degli esperti, come quella di sottoporre al tampone tutti i pazienti ricoverati nelle Rsa del Regno Unito al fine di evitare la diffusione dei contagi, e dunque l'impennata delle vittime che puntualmente si verificò nelle case di cura per anziani.

Le accuse all'ex ministro sono parte dell'inchiesta giornalistica Lockdown Files, pubblicata dal Telegraph, che sta agitando il Partito conservatore. Le rivelazioni si basano su 100mila messaggi WhatsApp inviati e ricevuti dall'esponente del governo Johnson durante la crisi pandemica e ai quali il giornale inglese ha avuto accesso grazie allo stesso Hancock, che li aveva trasmessi alla giornalista televisiva Isabel Oakeshott, nota per le sue critiche alle politiche di distanziamento sociale, con la quale il politico voleva scrivere un libro di memorie. Hancock aveva già scelto il titolo: Pandemic Diaries. 

Oakeshott, una volta consultati i messaggi, li ha però ritenuti "di interesse pubblico" e ha deciso di trasmetterli integralmente alla testata di riferimento dei conservatori inglesi, che a sua volta ha scelto di pubblicarli a partire da martedì. Ora Hancock lamenta un "massiccio tradimento e una violazione della fiducia". "Ci sono molte altre cose che potrei rivelare", ha replicato la giornalista. Ma l'attenzione dei media si sta concentrando più sul contenuto dei messaggi che su come sono arrivati al giornale. 

L'inchiesta covid, Conte e Speranza indagati: "Si potevano evitare oltre 4mila morti"

Da quanto emerge, Hancock bypassò la richiesta dell'allora ministro dell'Istruzione, Gavin Williamson, di far chiudere le scuole nel dicembre 2020, come fatto in quel periodo da tanti Stati europei. In altri messaggi WhatsApp, l'ex ministro della Salute ha descritto i sindacalisti degli insegnanti come "dei co***oni assoluti".  Tra le altre informazioni che emergono c'è anche il fatto che il governo del governo del Regno Unito abbia cambiato la sua politica sulle mascherine in Inghilterra nell'agosto del 2020 solo per evitare una lite con il governo scozzese. I messaggi contengono anche presunti episodi di favoritismo. Ad esempio, nel momento di carenza di tamponi, l'ex ministro fece arrivare un kit a casa di un altro ministro dell'epoca, Jacob Rees-Mogg, per far sottoporre suo figlio al test sul Covid.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ignorati gli allarmi sul Covid: 100mila messaggi WhatsApp inguaiano l'ex ministro britannico

Today è in caricamento