Martedì, 22 Giugno 2021
Mondo Brasile

La città che potrebbe aver raggiunto l'immunità di gregge

Manaus, devastata dalla pandemia di coronavirus in primavera, potrebbe aver subito così tanti contagi che la sua popolazione ora beneficia della "protezione": lo studio

Riaprono le scuole a Manaus. foto ANSA/EPA

Lo studio è ancora in fase preliminare, quindi il condizionale è d'obbligo. La città brasiliana di Manaus, devastata dalla pandemia di coronavirus in primavera, potrebbe aver subito così tanti contagi che la sua popolazione ora beneficia dell'immunità di gregge.

L'immunità di gregge a Manaus: un'ipotesi da provare

E' stato pubblicato sul sito web medRxiv uno studio che ha analizzato i dati di infezione con modelli matematici per stimare che il 66% della popolazione di Manaus aveva anticorpi contro il nuovo coronavirus, dove il passaggio della pandemia è stato tanto veloce e aggressivo. Il numero di persone entrate in contatto con il Sars-CoV-2 potrebbe essere sufficientemente alto da aver raggiunto la soglia dell'immunità di gregge, in cui un numero sufficiente di membri di una popolazione è immune a una malattia che non può più diffondersi in modo efficace: hanno reso noto gli autori dello studio, un gruppo di 34 ricercatori brasiliani e internazionali

"Il tasso di infezione insolitamente alto suggerisce che l'immunità di gregge ha svolto un ruolo significativo nel determinare la dimensione dell'epidemia", si legge nello studio, che - come abbiamo già sottolineato - deve ancora essere sottoposto a revisione. "Tutti i segnali indicano che è stato proprio il fatto di essere così esposti al virus che ha portato alla riduzione del numero di nuovi casi e decessi a Manaus", ha detto al Sao Paulo il coordinatore dello studio, la professoressa dell'Università di San Paolo, Ester Sabino, del Paulo State Research Support Foundation (Fapesp), che ha contribuito a finanziare lo studio.

L'epidemia di coronavirus a Manaus

Nel cuore della foresta pluviale amazzonica, Manaus ha dovuto fare i conti con ospedali invasi da malati Covid, fosse comuni e cadaveri ammucchiati in camion frigo quando la pandemia era al suo apice a maggio.

Tuttavia le morti nella città di 2,2 milioni di persone sono diminuite drasticamente nelle ultime settimane, a una media di appena 3,6 al giorno negli ultimi 14 giorni. Manaus è ora una delle città che riapre più velocemente dal blocco in Brasile, il paese con il secondo più alto numero di vittime al mondo, dopo gli Stati Uniti, con quasi 139.000 di decessi.

In numeri assoluti, il Brasile è attualmente il terzo paese più colpito al mondo in termini di casi, dietro solo a India e Stati Uniti, secondo un conteggio della Johns Hopkins University.

Coronavirus, l'esperto: "Siamo ancora lontani anni luce dall'immunità di gregge" 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La città che potrebbe aver raggiunto l'immunità di gregge

Today è in caricamento