Mercoledì, 28 Luglio 2021
Mondo Regno Unito

Incendio Londra, giallo sulle cause: "Fiamme amplificate dai rivestimenti"

Continuano le indagini per capire cosa abbia provocato il rogo della Grenfell Tower: sotto accusa i pannelli isolanti che potrebbero aver amplificato le fiamme

Quel che resta della Grenfell Tower (FOTO ANSA)

Dopo il terribile incendio che ha distrutto la Grenfell Tower di Londra, si susseguono le analisi e le rivelazioni sulle cause che hanno provocato la tragedia in cui hanno perso la vita almeno 17 persone. Uno degli elementi sui quali si sta più puntando il dito è quello dei pannelli isolanti che sono stati collocati attorno alla copertura della torre e che avrebbero amplificato le fiamme. Il Guardian, in particolare, sostiene oggi che già un anno fa esperti di sicurezza avevano lanciato l’allarme su questo elemento.

In un rapporto il Building Research Establishment, un organismo tecnico che lavora per il Dipartimento delle comunità e degli enti locali, aveva spiegato che i tentativi di aumentare l’efficienza energetica di questi edifici avvolgendoli in pannelli isolanti stava “accrescendo il volume di materiali potenzialmente combustibili che vengono utilizzati”.

Diversi esperti di sicurezza hanno notato come il rivestimento della Grenfell Tower possa aver contribuito a trasmettere le fiamme. Altri invece stanno puntando il dito contro i tubi del gas installati recentemente dalla National Grid e che non sarebbero stati isolati con materiali ignifughi nonostante le rassicurazioni.

L’edificio era stato ristrutturato due anni fa. Alla fine dei lavori, l’opera di rivestimento aveva ricevuto le certificazioni. I pannelli installati sarebbero fatti di alluminio verniciato a polvere e riempiti di isolante plastico, che sarebbe infiammabile. Secondo le norme avrebbero dovuto essere inserite barriere ignifughe tra i pannelli a ogni piano per limitare l’eventuale diffusione di un incendio. Ma, secondo uno degli esperti citati dal Guardian, Jim Glocking della Fire Protection Association, se queste barriere vengono interrotte o tagliate per farci passare un tubo “un effetto caminetto può rapidamente svilupparsi e causare un consumo molto rapido dell’isolante e l’espansione dell’area del danno”.

Non è chiaro se la società che ricevette l’appalto, la Harley, avvia rispettato la progettazione originaria per quanto riguarda la sicurezza dagli incendi. La compagnia non ha risposto alle domande del Guardian, trincerandosi dietro l’inchiesta in corso.

COSA RESTA DELLA GRENFELL TOWER: IL VIDEO

“SPERIAMO IN MENO DI 100 MORTI” "Al momento il bilancio parla di 17 morti, di cui soltanto sei sono stati identificati": lo ha dichiarato il comandante Stuart Cundy of the Metropolitan police, aggiungendo di sperare che il bilancio definitivo non superi i 100 morti, dai 17 a cui si è ufficialmente arrivati al momento.

“C’è il rischio che tristemente potremmo non essere in grado di identificare tutti”, ha detto Cundy, declinando la richiesta di dire quanti siano i dispersi al momento. Non è “inevitabile” che il bilancio diventi a tre cifre, ha affermato, lasciando trapelare il timore che alla fine si vada oltre i cento morti.

SINDACO KHAN: “VOGLIO RISPOSTE” Il sindaco di Londra Sadiq Khan, in una tesa visita ai luoghi del tragico incendio di martedì-mercoledì della Grenfell Tower, ha chiesto “risposte” rapide dall’inchiesta pubblica che verrà aperta sulle cause che hanno provocato la strage. Il primo cittadino si è ritrovato ad affrontare la dura reazione di alcuni residenti locali.

Ci sono “domande che richiedono risposte”, ha detto Khan, come scrive il Guardian, e “non possiamo attendere anni per queste risposte”. In particolare, l’inchiesta dovrà verificare come siano stati condotti i recenti lavori di ristrutturazione e se questa sia stata fatta in modo da garantire la sicurezza.

Parlando di fronte ai residenti locali, vicino alla scena del disastro, ha lodato l'”eroismo” dei vigili del fuoco che è stato “al di sopra e oltre i loro senso del dovere” nell’affrontare il pericolo.
Inoltre il sindaco ha sottolineato che il patrimonio residenziale di Londra dovrà essere verificato. “Alcuni controlli sono in corso mentre parliamo, ma devono essere accelerati”.

Alcuni residenti hanno comunicato in maniera accesa la loro disperazione al sindaco. Un bambino, sulle spalle del padre, a quanto mostrano le immagini, ha chiesto a Khan: “Quanti bambini sono morti in questo incendio?” Un uomo è stato portato via dalla polizia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendio Londra, giallo sulle cause: "Fiamme amplificate dai rivestimenti"

Today è in caricamento