rotate-mobile
Sabato, 25 Maggio 2024
Ancora una volta / India

Seguono il gps ma finiscono con l'auto nel fiume: due morti

In auto erano in 5: erano tutti medici, e rientravano di notte, sotto un temporale, dopo avere festeggiato il compleanno di una delle due vittime

C'è indignazione sui social indiani per la morte di due medici annegati in Kerala, la notte di domenica, a causa delle indicazioni errate fornite dal navigatore Google Maps. Secondo i tre sopravvissuti alla tragedia, l'auto su cui viaggiavano sarebbe infatti finita in un fiume mentre il pilota seguiva le indicazioni del navigatore. Gli occupanti dell'automobile erano tutti medici, e rientravano di notte, sotto un temporale, dopo avere festeggiato il compleanno di una delle due vittime.

"A causa della pioggia", hanno raccontato alla Polizia, "la visibilità era praticamente nulla, e il guidatore ha deciso di seguire il percorso indicato dal Gps: pochi minuti dopo averlo attivato, a una svolta, siamo caduti nel fiume".

La notizia ha scatenato un'ondata di denunce sui social: molti sottolineano che i navigatori Gps installati in India sulle automobili spesso non sono aggiornati, mentre altri denunciano che le app tendono a privilegiare i percorsi ritenuti più brevi, pur essendo prive di informazioni sullo stato delle strade, soprattutto nelle aree rurali.

L’incidente è avvenuto sulla strada a Kodungallur a Gothuruth: l'autista avrebbe scambiato il fiume Periyar per una strada allagata proseguendo con l'auto nel baratro. Sul posto sono intervenuti gli abitanti della zona per soccorrere i passeggeri e hanno allertato i vigili del fuoco e le forze dell'ordine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Seguono il gps ma finiscono con l'auto nel fiume: due morti

Today è in caricamento