Venerdì, 18 Giugno 2021
diritti civili / India

India riconosce transgender come "terzo sesso"

La sentenza della Corte Suprema ordina di riconoscergli il diritto di accesso al sistema di welfare

La Corte suprema indiana ha riconosciuto oggi l'esistenza del terzo genere, in un caso che ha visto protagonisti i transgender. "Il riconoscimento dei transgender come un terzo genere non è un fatto sociale o medico, quanto una questione di diritti umani", ha detto il giudice K.S. Radhakrishnan.

La corte ha quindi ordinato ai governi statali e federali di identificare i transgender come un terzo genere neutro a cui riconoscere gli stessi diritti di accesso al sistema di welfare goduti da altre minoranze. "I transgender sono cittadini di questo paese e hanno diritto all'istruzione e a tutti gli altri servizi", ha aggiunto Radhakrishnan.


La richiesta di riconoscere uguali diritti ai transgender è stata presentata alla Corte suprema nel 2012 da un gruppo di attivisti, tra cui l'eunuco Laxmi Narayan Tripathi, che oggi ha celebrato il verdetto ricordando le sofferenze patite dai transessuali per discriminazione e ignoranza in un paese profondamente conservatore. "Oggi per la prima volta mi sento fiero di essere un indiano - ha detto Tripathi alla stampa, fuori dall'aula di giustizia - oggi io e le mie sorelle ci sentiamo dei veri indiani e ci sentiamo così fieri per i diritti che ci ha riconosciuto la Corte suprema".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

India riconosce transgender come "terzo sesso"

Today è in caricamento