Lunedì, 15 Luglio 2024
Smog letale / India

La città in cui l'inquinamento accorcia la vita di 10 anni

Secondo uno studio realizzato dall'Università di Chicago, la capitale indiana Delhi è la città più inquinata al mondo: in tutto il Paese l'aspettativa di vita media si è ridotta di almeno cinque anni a causa dei livelli di qualità dell'aria

Esiste un luogo sul pianeta Terra in cui l'inquinamento atmosferico può accorciare la vita di quasi 10 anni. Ad avere questo triste primato è Delhi, capitale indiana e città più inquinata al mondo secondo un rapporto realizzato da un gruppo di ricerca statunitense. In India circa 1,3 miliardi di persone vivono in aree in cui il livello medio annuo di particolato supera il limite di sicurezza dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms). Secondo lo studio, l'aspettativa media di vita in India si è ridotta di almeno cinque anni a causa degli attuali livelli di qualità dell'aria.

Un killer silenzioso che ogni anno uccide milioni di persone: l'aria è carica di smog e nei mesi invernali contiene livelli pericolosamente elevati di un particolato chiamato PM2.5, particelle minuscole in grado di causare diverse malattie polmonari. Un problema serio, come confermano i numeri dell'Air Quality Life Index dell'Energy Policy Institute dell'Università di Chicago: in India circa 510 milioni di persone, pari a quasi il 40% della popolazione totale, rischiano di perdere oltre 7 anni di vita a causa dei livelli di inquinamento. Se questi venissero ridotti sotto gli standard dell'Oms, circa 240 milioni di persone guadagnerebbero almeno 10 anni in aspettativa di vita.

Dal 2013 ad oggi, affermano i ricercatori di Chicago, il 44% dell'inquinamento globale è arrivato dall'India. "Sarebbe un'emergenza globale se un'entità aliena venisse sulla Terra a spruzzare una sostanza in grado di farci perdere due anni di aspettativa di vita - scrivono gli scienziati statunitensi - Questo è simile a quello che sta succedendo in molte zone del pianeta, con l'unica differenza che a spruzzare questa sostanza non sono i marziani".

"In India - concludono i ricercatori - l'inquinamento da particolato rappresenta la più grande minaccia per la vita umana in termini di aspettativa di vita. Dal 1998 ad oggi il livello di inquinamento da particolato è aumentato del 61,4%, fattore che lo rende ancor più letale del fumo, che riduce l'aspettativa di vita di circa 2,5 anni". L'aumento dell'inquinamento atmosferico registrato in India negli ultimi decenni è dovuto principalmente all'industrializzazione, allo sviluppo economico e all'utilizzo di combustibili fossili: negli ultimi 20 anni il numero di auto in circolazione nel Paese è aumentato di circa quattro volte. "Ridurre la percentuale di particolato nell'aria del 25% - conclude lo studio - consentirebbe all'aspettativa di vita media nazionale di aumentare di 1,4 anni, mentre per gli abitanti di Delhi l'incremento medio sarebbe di 2,6 anni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La città in cui l'inquinamento accorcia la vita di 10 anni
Today è in caricamento