Giovedì, 24 Giugno 2021
Mondo Stati Uniti d'America

Iris Meda, l’infermiera in pensione morta di Covid pochi mesi dopo essere tornata a lavoro per insegnare agli studenti

Sapeva di correre un rischio ma era convinta ne valesse la pena, ha raccontato la figlia ai media statunitensi. È stata lanciata una raccolta fondi per instituire una borsa di studio in suo nome

Foto GoFundMe

A gennaio Iris Meda è andata in pensione dopo 40 anni di lavoro come infermiera. Avrebbe voluto viaggiare, ma quando è esplosa la pandemia negli Stati Uniti, Iris ha deciso di tornare al lavoro e insegnare, per formare i prossimi infermieri che avrebbero dovuto combattere il virus. Quel virus che l’ha contagiata e uccisa a 70 anni. 

Iris Meda è morta lo scorso 14 novembre, dopo diverse settimane di ricovero in ospedale. Fino al mese di ottobre aveva insegnato al Collin College di Dallas, in Texas. Era consapevole del rischio ma sentiva che ne valeva la pena, ha raccontato ai media locali la figlia Selene Meda-Schlamel. “Voleva insegnare a quelli che sarebbero stati in prima linea per aiutarli in questa crisi”, ha detto alla rete NBCDFW. Uno studente che ha seguito le sue lezioni è risultato positivo al coronavirus il 9 ottobre e due giorni dopo Meda ha iniziato a mostrare i primi sintomi. Il 17 ottobre è stata ricoverata in gravi condizioni, poi il 14 novembre è morta. “Sperava di farcela, le sue ultime parole sono state: ‘Combatterò, sono una newyorkese forte”, ha raccontato Selene al Washington Post

Una raccolta fondi per intitolare una borsa di studio a Iris Meda

Nata il 12 gennaio 1950 a Charleston, in South Carolina, Iris Meda era cresciuta ad Harlem. Pur non avendo finito le superiori, Meda aveva ottenuto un GED (una qualifica equivalente al diploma di scuola superiore) e aveva conseguito il diploma da infermiera nel 1984 al City College di New York. Dopo un primo lavoro nel carcere di Rikers Island, si era trasferita in Texas, dove ha lavorato per quasi tutta la sua carriera. 

La chiesa di cui Meda faceva parte ha lanciato una raccolta fondi su GoFundMe per aiutare le famiglia a pagare le spese mediche e a istituire una borsa di studio per infermieri che porti il suo nome.

“Iris era una persona positiva, generosa e ottimista che illuminava ogni stanza in cui entrata. La sua positività l'ha aiutata a sopravvivere a molte sfide nella sua vita, inclusa la perdita di una delle sue due figlie, Tanya Meda Bui, morta di cancro nel giugno 2013”, si legge nella nota su GoFundMe.

“Per lei, anche questo è stato un servizio al suo paese, essere in grado di accompagnare nuovi infermieri nel mondo del lavoro durante una pandemia nel momento del maggior bisogno”, ha detto Selene al Post. “Spero che gli studenti si rendano conto di quanto gli insegnanti siano messi a repentaglio e riconoscano che sono davvero degli eroi”. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Iris Meda, l’infermiera in pensione morta di Covid pochi mesi dopo essere tornata a lavoro per insegnare agli studenti

Today è in caricamento