Mercoledì, 28 Luglio 2021

Isis, l'allarme della Nato: "Attacco nucleare in Europa è un rischio concreto"

Secondo quanto emerso durante la conferenza a Londra sulla sicurezza internazionale esistono "giustificati timori" che l'Isis stia tendando di procurarsi i materiale per lanciare attacchi chimici e nucleare

Esercitazione in caso di attacco chimico (Foto di repertorio)

LONDRA (REGNO UNITO) - Esistono "giustificati timori" che l'Isis stia tentando di procurarsi i materiali per lanciare degli attentati con armi batteriologiche, chimiche e nucleari nel Regno Unito e in Europa. E' quanto è sottolineato dalla Nato durante una conferenza a Londra sulla sicurezza internazionale. I terroristi sarebbero anche studiando dei nuovi mezzi per aggirare le misure di sicurezza e perpetrate attacchi con delle "bombe umane" o con delle "macchine senza conducente".

L'ALLARME DEL TELEGRAPH - Jorge Berto Silva, vice capo del controterrorismo della Commissione europea, citato dal Telegraph, ha spiegato come l'Isis abbia mostrato "un certo interesse nel procurarsi armi di distruzione di massa". Dopo gli attentati di Bruxelles del mese scorso, ha spiegato, la cellula terrorista avrebbe filmato in segreto un alto responsabile del nucleare belga davanti alla sua abitazione, alimentando i timori che stiano cercando i mezzi di procurarsi tali sostanze.

LA NATO - Per Jamie Shea, vice assitente del segretario generale per la sicurezza della Nato, ha aggiunto: "Sappiamo che i terroristi stanno cercando di procurarsi queste sostanze". Shea ha anche avvertito che l'Isis potrebbe dividersi in due parti: l'una con il compito di proteggere il califfato in Siria e in Iraq, che sta sempre più perdendo terreno, e una seconda per organizzazare cellule terroriste in Europa per lanciare nuovi attentati".
 

Fonte: The Telegraph →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Isis, l'allarme della Nato: "Attacco nucleare in Europa è un rischio concreto"

Today è in caricamento