Giovedì, 29 Luglio 2021
Mondo

Putin e Trump, addio ostilità per combattere l'Isis

I leader di Russia e Stati Uniti hanno rilasciato una dichiarazione congiunta sul conflitto in Siria: “Combatteremo fino a quando lo Stato Islamico non sarà sconfitto”

Putin e Trump (FOTO ANSA)

“Continueremo a combattere l'Isis finché non sarà sconfitto”: Donald Trump e Vladimir Putin si sono detti d'accordo nel continuare insieme gli sforzi militari per contrastare lo Stato Islamico. La notizia arriva direttamente da una dichiarazione congiunta sulla situazione in Siria approvata dai leader di Stati Uniti e Russia dopo un colloquio avvenuti a margine del vertice Apec in Vietnam. Un segno di disgelo importante tra russi e americani, spesso nemici nella storia, ma che in questo caso diventano alleati per combattere un avversario comune: il Califfato.

“Rispettiamo la sovranità della Siria”

I due presidenti hanno anche chiarito che non sono intenzionati ad effettuare interventi militari in Siria, confermando l'impegno di rispettare "la sovranità, l'indipendenza e l'integrità territoriale del Paese asiatico”. Trump e Putin hanno invitato tutte le parti coinvolte in questo conflitto ad aderire al processo di pace di Ginevra.

“Più sforzi umanitari dall'Onu”

I due presidenti hanno fatto anche una richiesta ben precisa all'Onu: “Bisogna incrementare gli aiuti umanitari in Siria, per assistere il popolo siriano”. Un comune intento, quello di aiutare e sostenere il popolo siriano, che sembra così unire due personalità forti e 'difficili' come quelle di Putin e Trump.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Putin e Trump, addio ostilità per combattere l'Isis

Today è in caricamento