Domenica, 1 Agosto 2021
Lotta all'Isis

Duro colpo alle casse dell'Isis, raid Usa manda in fumo 800 milioni di dollari

"I loro vertici sono sempre più a corto di contante e le defezioni nelle loro fila crescono", ha detto il generale statunitense Peter Gerster

Immagine d'archivio

Duro colpo alle finanze dello Stato Islamico (Isis); secondo quanto riportato dal generale statunitense Peter Gerster, in un raid della coalizione internazionale a guida Usa compiuto nella notte tra martedì e mercoledì è stato distrutto un edificio che era la cassaforte del Califfato a Mosul, nel Nord dell'Iraq, che conteneva banconote per un valore stimato tra i 500 e gli 800 milioni di dollari.

"I caccia della coalizione internazionale hanno preso di mira ieri una cassaforte delle entrate dell'Isis", ha detto il generale citato dalla tv satellitare curda Rudaw prima di aggiungere che "nel raid è stato distrutto completamente l'edificio".

"Questo bombardamento avrà conseguenze dirette sulla situazione finanziaria dell'organizzazione", ha spiegato il generale aggiungendo che "nonostante non si conosca l'ammontare dei soldi che erano nell'edifico coplpito, le informazioni indicano che la cassaforte conteneva dai 500 agli 800 milioni di dollari". "I loro vertici sono sempre più a corto di contante e le defezioni nelle loro fila crescono", ha aggiunto l'ufficiale dell'esercito statunitense.


Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Duro colpo alle casse dell'Isis, raid Usa manda in fumo 800 milioni di dollari

Today è in caricamento