Domenica, 1 Agosto 2021
Mondo Siria

"L'Isis non è stato sconfitto, si sta riorganizzando"

Le sconfitte sul campo sono state una micidiale battuta d'arresto, ma l'Isis in Siria  "approfittando della rivalità" tra i suoi nemici "si sta riorganizzando". Lo racconta oggi il Financial Times, che riporta opinioni e testimonianze di oppositori del regime

La caduta di Raqqa, l'autoproclamata capitale dello Stato Islamico, non ne ha segnato la fine. Le sconfitte sul campo sono state una micidiale battuta d'arresto, ma l'Isis in Siria  "approfittando della rivalità" tra i sui nemici "si sta riorganizzando". Lo racconta oggi il Financial Times, che riporta opinioni e testimonianze di oppositori del regime del presidente Bashar al Assad e di combattenti governativi.

Lo Stato Islamico si riorganizza

Nell'ultimo anno, l'Isis ha perso vaste aree in Iraq e Siria. Raqqa, che è stata il quartier generale e la capitale del sedicente Stato Islamico dal gennaio 2014 sino al 17 ottobre 2017, è stata completamente liberata dalle Forze Democratiche Siriane, appoggiate dagli Stati Uniti. E la Russia non ha lesinato il suo sostegno aereo alle truppe di Assad in Siria.

Tuttavia negli ultimi mesi le crescenti tensioni e le nuove ambizioni territoriali tra le potenze internazionali hanno spostato l'attenzione dagli uomini del Califfato nero. Una tensione che è cresciuta dopo una vasta offensiva lanciata dall'esercito turco nel nord siriano su Afrin, zona controllata da milizie curde siriane sostenute da Washington che hanno combattuto con successo contro l'Isis. "Isis è tutt'altro che finito - e c'è probabilmente una volontà di molte parti di lasciare quelli che sono rimasti (di jihadisti, ndr) in modo che possano attaccare i loro nemici per conto loro", ha detto al Financial Times  un esponente dell'opposizione siriana.

Isis, è iniziata una nuova fase

Le grandi potenze non hanno mai deciso di "affondare" definitvamente gruppi come al-Qaeda e lo stesso Isis, che sono stati a lungo tollerati dalle opposte fazioni nel conflitto siriano nella speranza che i loro attacchi indebolissero i rivali. Nel 2014 l'Isis è stato in grado di prendere il controllo di quasi la metà della Siria e un terzo del vicino Iraq, proclamando il suo "califfato". Ma entro il 2016 quasi tutte le parti stavano compiendo sforzi concertati per avanzare contro la forza jihadista. Nella roccaforte di ribelli islamisti Idlib, nel nord-ovest del Paese, nel mirino di un'offensiva delle truppe governative, ci sono villaggi solidali con Isis che stanno solo aspettando che i jihadisti vengono a liberarli, scrive il giornale citando combattenti dell'opposizione secondo i quali l'organizzazione terroristica stia ora lavorando per garantirsi cellule dormienti e linee di rifornimento in tutto il Paese.

L'obiettivo dei jihadisti in questa fase non è "controllare le città", dice uno sceicco tribale dall'est del paese. "Quello che stanno facendo è aprire strade. Devono collegare le loro rimanenti sacche e le cellule dormienti sparse in tutta la Siria - dal confine meridionale fino a Albu Kamal", località siriana vicina al confine con l'Iraq. Per lo sceicco, queste cellule, "potrebbero fungere da nodi per Isis per spostare le forze e organizzare gli attacchi in tutta la Siria".

Raqqa è stata espugnata: cade la capitale dello Stato Islamico

Guerra senza fine in Siria

Le conseguenze di tale confusione sono sotto gli occhi di tutta la comunità internazionale: una lotta più lunga e prolungata per riconquistare la stabilità in un paese in cui il conflitto ha costretto milioni di siriani a fuggire verso i paesi vicini e ha causato la partenza di un'ondata di rifugiati verso l'Europa.

L'Osservatorio siriano per i diritti umani, ong con base a Londra che conta su una estesa rete di attivisti, ritiene che il controllo dell'Isis fosse passato da quasi il 50% del territorio siriano al 3% alla fine dell'anno scorso. Ma negli ultimi due mesi il controllo dell'Isis è tornato al 3,7% e il gruppo jihadista ha riconquistato 82 villaggi nel nord-ovest della Siria. L'Isis non è ancora stato sconfitto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"L'Isis non è stato sconfitto, si sta riorganizzando"

Today è in caricamento