Domenica, 26 Settembre 2021
Isis

L'Isis ordina lo sterminio dei bimbi disabili, 38 esecuzioni a Mosul

Il responsabile della Sharia islamica ha emesso una fatwa che ordina "l'uccisione dei neonati down, o sofferenti di malformazioni genetiche oppure fisicamente disabili"

A Mosul, capitale del Califfato nero nel Nord dell'Iraq, il responsabile della Sharia islamica del gruppo terroristico dell'Isis ha emesso una fatwa (editto islamico) che ordina "l'uccisione dei neonati down, o sofferenti di malformazioni genetiche oppure fisicamente disabili".

E'quanto denuncia "Mosul Aye" un sito d'informazione di attivisti locale che parla della "soppressione" già avvenute di ben 38 neonati nella sola città di Mosul.

Non ci sono, per ovvi motivi, conferme ufficiali della notizia. Ma il sito che diffonde questo ennesimo crimine è diretto da attivisti sunniti del governatorato di Ninive il cui capoluogo è appunto Mosul.

Secondo le fonti di questo sito, dietro ordine del responsabile della Sharia dell'Isis in città, il saudita Abu Said al Jazrawi, l'organizzazione avrebbe "sopresso 38 neonati di età tra una settimana e tre mesi, tutti sofferenti di malformazione genetica". La maggior parte delle vittime sarebbero state "eliminate con la somministrazione di dosi letali oppure per strangolamento".

Lo stesso sito che lancia l'hashtag #IAmDisabledTheCaliphWillKillMe ("Sono disabile il Califfo vuole uccidermi"), spiega che "la maggior parte dei bambini uccisi erano figli di combattenti stranieri che avevano sposato donne irachene, siriane e asiatiche".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Isis ordina lo sterminio dei bimbi disabili, 38 esecuzioni a Mosul

Today è in caricamento