Sabato, 19 Giugno 2021
Terrorismo

Isis e Al Qaeda, Libia e Tunisia sotto attacco

Mentre l'Isis ha dato vita, a Sirte, a una sorta di emirato, sostituendo i tribunali civili con una Corte islamica della Sharia, in Algeria Al Qaida ha attacco la frontiera con la Tunisia, uccidendo un soldato

ROMA - Continua l'assedio dei jihadisti al Maghreb. Due notizie in poche ore fanno capire il clima di terrore che si vive tra Libia e Tunisia: prima la decisione, a Sirte, di dar vita a una sorta di "califfato"; poi l'attacco militare alla dogana tra Algeria e Tunisia, dove è morto un agente tunisino.

IL CALIFFATO - Gli jihadisti dell'Isis presenti a Sirte, in Libia, hanno creato una sorta di "emirato", sostituendo i tribunali civili con una Corte islamica della Sharia. Lo scrive un sito di informazione locale citando testimoni, secondo i quali gli jihadisti hanno imposto classi separate per uomini e donne in scuole e università. Non solo: nuove regole sono state imposte anche ai commercianti, schedati in un apposito registro, con precisi obblighi e tasse.

L'ATTACCO - Un agente della dogana tunisina è stato ucciso ieri sera a Bouchebka, vicino alla frontiera con l'Algeria, in un attacco rivendicato da un gruppo legato ad Al Qaida. Altri tre agenti sono rimasti feriti, due dei quali in modo grave, ha dichiarato il ministro delle Finanze, Slim Chaker. Il gruppo qaedista Okba Ibn Nafaa, autore di diversi attentati contro le forze armate tunisine, ha riventicato l'assalto su un sito jihadista, affermando di aver teso un'imboscata ai doganieri.

"GLI STESSI" DI TUNISI - Secondo Tunisi questo gruppo è responsabile anche dell'attentato contro il musel del Bardo di Tunisi, il 18 marzo, nel quale venenro uccisi 21 turisti, fra questi anche degli italiani. Anche se rivendicato dallo Stato islamico, Tunisi crede che si sia verificata una scissione nella falange Okba Ibn Nafaa, con un gruppo che si è unito all'Isis.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Isis e Al Qaeda, Libia e Tunisia sotto attacco

Today è in caricamento