Giovedì, 13 Maggio 2021
Ritorno alla normalità / Israele

Israele dice addio all'obbligo di mascherina all'aperto

Il Paese ha fatto registrare un calo dei contagi, grazie soprattutto ad un piano vaccinale che procede senza intoppi: il dispositivo di protezione rimane obbligatorio al chiuso, ma questa regola potrebbe essere revocata entro il prossimo mese

In Israele scade l'obbligo di mascherina all'aperto (Foto Ansa)

Israele è senza dubbio uno dei Paesi che sta mostrando una ripresa più repentina dalla pandemia. Grazie ad un piano vaccinale che procede in maniera efficiente e spedita, complice anche il calo dei contagi, il Paese continua la sua marcia verso il ritorno alla normalità. Da oggi, domenica 18 aprile scade infatti l'obbligo di indossare la mascherina protettiva all'aperto.

L'uso della mascherina in Israele è ancora obbligatorio nei luoghi chiusi, ma secondo alcuni esperti anche questa regola potrebbe essere revocata entro il prossimo mese, visto il drastico calo dei contagi. La maggior parte delle scuole sono state completamente riaperte. Nelle aule sono comunque obbligatorie ancora le mascherine.

Il numero di persone attualmente gravemente malate a causa del Covid-19 si aggira in Israele intorno alle 200. A fine gennaio la cifra era di circa 1.200. Circa 5,3 milioni dei 9 milioni di abitanti del paese hanno ricevuto almeno una dose del vaccino Pfizer/BioNTech. Quasi 5 milioni di abitanti hanno ricevuto le due dosi.

Circa 1 milione di israeliani di età superiore ai 16 anni ancora non è stato vaccinato. Gli esperti hanno avvertito che il paese non ha ancora raggiunto l'immunità di gregge.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Israele dice addio all'obbligo di mascherina all'aperto

Today è in caricamento