rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
ISRAELE / Israele

Israele giudica insufficienti le parole di Rohani sull'Olocausto

"E' vero che Rohani non ha negato l'Olocausto, ma non ha condannato coloro che lo negano, come il suo predecessore e altri leader iraniani", ha attaccato il ministro dell'Intelligence Yuval Steinitz

Le autorità israeliane hanno giudicato "insufficiente" la condanna dell'Olocausto fatta Hassan Rohani, perché il presidente iraniano avrebbe dovuto condannare anche chi nega la Shoah nel suo paese. In un'intervista alla Cnn, seguita al suo intervento all'Assemblea generale delle Nazioni Unite a New York, Rohani ha definito lo sterminio degli ebrei durante la seconda guerra mondiale "deplorevole", un'affermazione che ha segnato una svolta nella politica radicale di Teheran.

Tutti ricordano il predecessore Mahmoud Ahmadinejad, che più volte aveva promesso di cancellare Israele dalla mappa geografica e aveva definito l'Olocausto una leggenda. "E' vero che Rohani non ha negato l'Olocausto, ma non ha condannato coloro che lo negano, come il suo predecessore e altri leader iraniani", ha attaccato il ministro dell'Intelligence Yuval Steinitz intervistato dalla radio pubblica israeliana.

VIDEO: LE PAROLE DI ROHANI SULL'OLOCAUSTO

Il vice-ministro degli Esteri, Zeev Elkin, ha aggiunto: "E' sufficiente riconoscere semplicemente che l'Olocausto è avvenuto per essere considerato illuminato e colto?". Secondo Elkin, i leader spirituali iraniani che hanno negato l'Olocausto sono ancora al loro posto.

Rohani ha dichiarato alla Cnn che "qualsiasi crimine contro l'umanità nella storia, compreso il reato dei nazisti contro gli ebrei, è deplorevole e da condannare". Il presidente iraniano moderato ha condannato i crimini contro gli ebrei, sottolineando che "la perdita di una vita umana è disprezzabile". "Non importa se la vita è di un cristiano, di un ebreo, di un musulmano. Per noi è lo stesso", ha messo in chiaro il leader iraniano, criticando tuttavia implicitamente la creazione di Israele, perché l'Olocausto "non significa che se i nazisti hanno commesso dei crimini contro un gruppo, allora questo gruppo può usurpare del terreno di un altro gruppo e occuparlo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Israele giudica insufficienti le parole di Rohani sull'Olocausto

Today è in caricamento