Martedì, 22 Giugno 2021
La sfida del milionario / Stati Uniti d'America

Jeff Bezos volerà nello spazio con una navicella della sua Blue Origin

Il fondatore di Amazon ha deciso di prendere parte a una spedizione il prossimo 20 luglio insieme al fratello

"Sin da quando avevo cinque anni sogno di viaggiare nello spazio. Il 20 luglio farò quel viaggio con mio fratello. La più grande avventura, con il mio migliore amico". Con un breve post sul suo profilo ufficiale di instagram Jeff Bezos, 57enne fondatore di Amazon, ha annunciato che prenderà parte ad un viaggio straordinario a bordo del razzo spaziale che la sua compagnia, la Blue Origin, sta costruendo. E lo farà il 20 luglio, più o meno due settimane dopo le dimissioni da amministratore delegato di Amazon annunciate già nel mese di febbraio. Insieme al fratello Mark e ad un – al momento ancora – misterioso terzo aspirante astronauta, salirà a bordo del razzo chiamato New Shepard. Prende il nome dall'astronauta Mercury Alan Shepard, il primo americano ad andare nello spazio.

Il veicolo di lancio è composto da un razzo sormontato da una capsula dove appunto prenderanno posto i passeggeri. Sarà portato in orbita e lì resterà per circa 11 minuti raggiungendo i 100 km dalla superficie del mare consentendo ai passeggeri di vivere l’esperienza della microgravità. A quel punto le due parti si staccheranno: la capsula raggiungerà il suolo grazie a dei paracadute, mentre il razzo atterrerà autonomamente. Quello in programma per il 20 luglio è il primo di una serie di lanci. Insieme a Bezos e al fratello prenderà posto anche un altro fortunato. Il sito della compagnia spaziale Blue Origin ha dato il via ad una sorta di asta per aggiudicare il terzo ‘biglietto’.

Quanto costa il viaggio 

Al momento l’offerta per salire sul razzo è arrivata a 3.500.000 dollari. Non si conosce il nome del terzo astronauta amatoriale, di sicuro si sa che si tratta di un milionario vista la cifra sborsata. L’asta si chiuderà il 12 giugno e il denaro raccolto sarà devoluto alla fondazione di Blue Origin, Club for the Future, per ispirare le generazioni future a intraprendere una carriera nelle STEM e contribuire a inventare il futuro della vita nello spazio. Il volo del 20 luglio darà l’avvio a una serie di lanci turistici che sono stati già programmati, tant’è vero che proprio sul sito internet della società c’è una specifica sezione riservata a chi intende fare questa esperienza in futuro sul New Shepard. C’è un form di iscrizione per scoprire come essere informato dei prossimi voli.

La navicella può trasportare un massimo di sei persone. La Blue Origin è una delle società di Bezos alla quale dedicherà presumibilmente gran parte del suo tempo dopo le dimissioni da Ceo di Amazon. L’azienda ha sede a Kent, un sobborgo di Seattle, ed è da tempo attenzionata anche dalla Nasa. Nel 2009 la società è stata premiata dall'agenzia governativa civile responsabile del programma spaziale e della ricerca aerospaziale degli Stati Uniti d'America con 3,7 milioni di dollari per lo sviluppo di concept e tecnologie per gettare le basi per future operazioni di volo spaziale umano. Ha ricevuto altri 22 milioni di dollari durante la seconda fase del programma. I voli nello spazio sono il futuro e Bezos come sempre è all’avanguardia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Jeff Bezos volerà nello spazio con una navicella della sua Blue Origin

Today è in caricamento