Giovedì, 6 Maggio 2021
Editoria

Shock nella stampa Usa: Jeff Bezos si compra il Washington Post

Il fondatore di Amazon ha acquistato il Washington Post per 250 milioni. Il prestigioso quotidiano americano che aveva portato alla luce negli anni '70 lo scandalo Watergate naviga da anni in cattive acque: è una vera rivoluzione per l'editoria americana

E' una vera e propria rivoluzione per l'editoria Usa (e non solo).

Jeffrey Bezos, fondatore di Amazon, ha acquistato il Washington Post. Il prestigioso quotidiano americano che aveva portato alla luce negli anni '70 lo scandalo Watergate, ha cambiato la guida della societa' grazie ad un accordo raggiunto ieri con Bezos che acquistera' il giornale, mettendo fine alla proprieta' della famiglia Graham che ha guidato il gruppo per quattro generazioni. Bezos sborsera' 250 milioni di dollari in denaro per il Post e alcune altre pubblicazioni affiliate. La transazione dovrebbe perfezionarsi entro 60 giorni.

Amazon non avra' alcun ruolo nell'acquisto, sara' Bezos stesso a comprare la testata giornalistica e a diventare il suo unico proprietario.

La cessione del Washington Post rappresenta un vero e proprio terremoto per il mondo dell'editoria americana. Il quotidiano della famiglia Graham, entrato nella storia con la campagna giornalistica del Watergate, che porto' all'impeachment di Richard Nixon, fu acquistato da Eugene Meyer, nonno dell'attuale presidente e a.d. Donald Graham, nel 1933, durante la Grande Depressione.

Sono anni che il giornale fa segnare bilanci in calo e diminuzione degli abbonamenti, fattori che la proprieta' attribuisce al nuovo corso del settore nato con l'avvento di internet.

La trattativa tra la famiglia Graham e Jeff Bezos e' stata condotta completamente sotto traccia e l'annuncio odierno ha sorpreso molti osservatori. Bezos ha gia' detto che manterra' al suo posto Katharine Weymouth, nipote di Donald Graham e pronipote della leggendaria editrice del quotidiano, Katherine Graham, nel ruolo di amministratore delegato ed editore del Post.

Grazie al successo ottenuto con Amazon Bezos è uno degli uomini piu' ricchi al mondo con una 'fortuna' stimata in 28 miliardi di dollari. Bezos ha fondato Amazon nel 1994, dopo aver attraversato gli Stati Uniti da New York a Seattle, scrivendo il piano di business durante il tragitto. La sede della societa' era inizialmente in un garage e la sua fondazione ha in parte coinciso con la sentenza della Corte suprema, in base alla quale chi vendeva prodotti online non doveva incassare tasse sulla vendita negli stati in cui non era presente fisicamente. Ora il fondatore di Amazon si lancia in una nuova avventura.

In una lettera Bezos si rivolge in modo diretto ai dipendenti del Washington Post: ''Avrete sentito la notizia e alcuni di voi l'avranno accolta con apprensione''. Indicando che ci saranno dei cambiamenti, allo stesso tempo rassicura: ''Non guidero' il Washington Post giorno per giorno. Il Post ha gia' un eccellente team al comando, che sa molto piu' di me di media e sono grato che abbia accettato di restare. Il dovere del Post restera' quello nei confronti dei lettori'', ma cambiamenti sono necessari perche' internet ha cambiato ''quasi tutti gli aspetti dell'industria. Non c'e' una road map e delineare la strada davanti non sara' facile. Dovremo inventare e questo significa che dovremo sperimentare''

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Shock nella stampa Usa: Jeff Bezos si compra il Washington Post

Today è in caricamento