rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
Mondo Costa Rica

Si tuffa nel fiume: calciatore muore divorato da un coccodrillo

L'orribile fine toccata a Jesus Alberto Lopez Ortiz, giocatore costaricano di 29 anni: per liberare il cadavere dalle fauci del rettile la polizia è stata costretta a ucciderlo

Un calciatore costaricano di 29 anni, Jesus Alberto Lopez Ortiz, è morto divorato da un coccodrillo dopo essersi tuffato in un fiume, il Rio Cañas nella provincia di Guanacaste, in Costa Rica, per cercare un po' di refrigerio in questi giorni di caldo estremo. Purtroppo, il bagno si è rivelato un gesto imprudente, costato la vita al 29enne: il suo cadavere è stato notato tra le fauci del grosso rettile da alcuni presenti che hanno subito avvertito le autorità. Liberare il corpo senza vita dalla morsa del coccodrillo non è stato semplice: la polizia è stata costretta ad aprire il fuoco e uccidere l'animale. Alcuni video diffusi sui social mostrano i poliziotti mentre sparano al coccodrillo, mentre altri presenti portano via il cadavere del calciatore.

In Costa Rica è in vigore una legge che vieta la caccia e l'uccisione delle specie protette, tra cui proprio i coccodrilli, ma secondo quanto riferito dalla polizia locale, non c'era altro modo per liberare il cadavere dalle fauci del rettile: "Va chiarito che sono stati fatti tutti gli sforzi per salvare il corpo della persona deceduta senza causare danni al rettile, cosa che non è stata possibile".

Il Deportivo Rio Cañas, squadra amatoriale della Costa Rica in cui militava il "Chucho" Ortiz, ha pubblicato su Facebook un messaggio d'addio corredato con una foto del giocatore. Il 29enne lascia due figli di 8 e 3 anni, mentre la famiglia, sconvolta per la terribile morte del giovane, ha lanciato un appello sui social per ricevere aiuto per il pagamento delle spese funebri.

Continua a leggere su Today.it...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si tuffa nel fiume: calciatore muore divorato da un coccodrillo

Today è in caricamento