rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022

Australia, Assange si candida: correrà per un seggio al Senato

Il giornalista - hacker candidato con il partito "Wikileaks" alle elezioni del prossimo 14 febbraio. Riuscirà un eventuale seggio a garantirgli l'immunità?

Julian Assange correrà per un seggio di senatore in Australia, dove si vota il prossimo 14 febbraio. La conferma arriva via twitter dallo stesso Assange che ha annunciato di candidarsi "con il partito Wikileaks" che già l'anno scorso l'hacker più famoso del mondo aveva provveduto a registrare presso la commissione elettorale australiana.

E dopo l'annuncio, ecco il primo endorsment che, ovviamente, proviene dalla onnipresente madre: "Sarà magnifico", ha detto Christine Assange. "Alla Camera dei Rappresentanti siamo chiamati a scegliere tra due partiti lacchè degli Stati Uniti, così sarà una grande cosa grande poter leggere 'Assange' sulle schede".

La decisione del fondatore di Wikileaks è stata presa all'interno dell'ambasciata ecuadoriana a Londra, in cui Assange si trova da giugno scorso, nel tentativo di sfuggire alla richiesta di estradizione inoltrata da Stoccolma per poterlo processare nell'ambito di un processo per molestie sessuali.

Non è ancora chiaro se il seggio senatoriale, nel caso in cui lo conquistasse, riuscirà a garantirgli l'immunità a Londra dalle mire prima della Svezia e poi degli Stati Uniti, che vorrebbe processare Assange per la pubblicazione delle migliaia di cablogrammi riservati sul web.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Australia, Assange si candida: correrà per un seggio al Senato

Today è in caricamento