rotate-mobile
Martedì, 27 Febbraio 2024
Paura

"A Kabul i talebani cercano le persone casa per casa con liste nere"

Lo conferma l'ambasciatore afghano all'Onu, Ghulam Isaczai. Intanto si registrano spari nei pressi dell'aeroporto

Quando si era parlato di una situazione di pace in Afghanistan, si era parlato di strade nelle quali non era scattata la guerriglia e lo spargimento di sangue, ma come si poteva immaginare, i talebani hanno già cominciato a restaurare il loro regime del terrore. Adesso è arrivata la conferma dell'ambasciatore afghano all'Onu, Ghulam Isaczai, che, durante la riunione d'emergenza del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, ha detto: “La situazione a Kabul e al suo aeroporto è preoccupante, la popolazione vive nella paura più totale ora. Ci dicono che i talebani hanno iniziato a fare perquisizioni casa per casa cercando persone sulle loro liste nere, registrando nomi. Dobbiamo fare qualcosa perchè i residenti di Kabul vivono nella paura totale". 

Lo si è visto all'Aeroporto internazionale Hamid Karzai, il cui perimetro è protetto dalle Forze armate Usa, in un ponte aereo che a molti ha ricordato la precipitosa fuga dai Saigon alla fine della guerra del Vietnam. Una disperazione tale, quella dei cittadini afghani, che li ha portati a tentare di salire sugli aerei che stavano lasciando il paese. Come in un film horror fin troppo cruento c'è chi si aggrappava con la forza della disperazione di un C17 in decollo salvo poi cadere nel vuoto. Quella folla al momento è stata sgomberata e i voli militari statunitensi sono ripresi all'aeroporto di Kabul, dove però la sicurezza resta la massima priorità perché, come riporta una nota del Pentagono, i soldati Usa hanno ucciso due uomini armati nei pressi dell’aeroporto.

Dunque clima sempre più rovente: "Parlo a nome di milioni di uomini, donne e ragazze che stanno per perdere la loro libertà di andare a scuola. -continua Ghulam Isaczai - Siamo preoccupati dalle promesse e dagli impegni dichiarati dai talebani a Doha e in vari forum internazionali, perchè sappiamo che le hanno già infrante in passato, con esecuzioni di massa di militari e uccisioni di civili". 

Intanto anche il Governo belga ha dato il suo via libera all'impiego di tre aerei militari della Difesa per le operazioni di evacuazione da Kabul. Lo ha reso noto il premier Alexander De Croo, spiegando che la priorità è la sicurezza dei connazionali sul terreno.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"A Kabul i talebani cercano le persone casa per casa con liste nere"

Today è in caricamento